A New Age

Moderatori: Nonno-vor, mastermax, AnnaxD, Saphira23, Arya18, SkulblakaNuanen, Wyarda, blitz, Daenerys, oromiscanneto

A New Age

da Firnenfire » 9 febbraio 2014, 19:12

Ciao!!!
Ecco qua che torno all'attacco dopo tanto tempo. Questo è il primo capitolo della nuova ff.
È la storia di.....bè scopritelo leggendo ;)

A New Age

Prologo

Il fuoco ardeva lentamente in un angolo nella grande caverna. Quella non era una semplice caverna: era alta e spaziosa, all’ interno alleggiava un’aria tranquilla. Non c’erano rumori se non quello di un respiro profondo. Nel lato destro c’era un grande giaciglio di paglia su cui era sdraiato un drago che dormiva beatamente. Il suo corpo era lungo e squamoso, il colore verde risplendeva alla luce del fuoco. Gli occhi erano di un profondo verde smeraldo. Ci si poteva perdere in quello sguardo. Fuori il cielo era limpido e la luna piena splendeva come non mai. Sotto si estendeva una vastissima foresta che sembrava infinita, ma poi in fondo si alzavano alte montagne con le cime innevate.
Un lamento. Il drago si era svegliato. Non si alzò, ma cominciò a torcersi, sembrava soffrire. Il tempo sembrava passare più lento. Lui continuava a respirare affannosamente alternando degli sbuffi a dei piccoli versi striduli. Poi tutto tacque. Il drago sembrò sollevato e una piccola lacrima scese dal suo occhio cristallino lungo la guancia squamosa. Si alzò dal giaciglio di paglia e in quel momento le scoprì. Il drago, o meglio la dragonessa aveva dato alla luce tre piccole uova. Erano bellissime e riflettevano la luce della grande luna. Una era bianca con delle striature color ambra, la seconda invece era di un puro colore blu notte con qualche imperfezione argentea qua e là. La terza e ultima, ma non meno bella, era rossa, sembrava che dentro ci fosse veramente un piccolo fuocherello.
La dragonessa spostò con la coda la paglia vicino al fuoco così da creare un altro “letto”. Poi spostò con delicatezza le tre uova una a una vicino al fuoco. Le guardava con amore, un amore materno che nessuno avrebbe potuto rompere.
La notte passò così, in quell’ ambiente caldo e famigliare. La madre, nonostante la stanchezza, però, non chiuse un occhio per tutta la notte. Lei aspettava, aspettava che qualcuno venisse, ma invano.
D’altra parte della foresta, oltre le montagne innevate, imperversava la battaglia. Draghi montati da cavalieri combattevano fra di loro nel cielo notturno. A terra decine di corpi giacevano morti o esalando gli ultimi respiri sofferti. Nei loro occhi si vedeva solo disperazione e tristezza.
Cadde un ultimo corpo. Il drago era grandissimo e sicuramente più vecchio di quelli che erano già morti. Il suo cavaliere era con lui, impugnava ancora la spada.
Il drago respirava ancora, alzò il collo e le zampe posteriori, ma ricadde con un tonfo un’altra volta.
Non sentiva le sue zampe. Il cavaliere era lì da parte lui immobile, era morto. La disperazione e il dolore nella mente del drago crebbero di colpo. Diventarono insopportabili. Sentiva ancora le grida dei cavalieri e dei loro draghi. La sua testa diventò di colpo troppo pesante. Colma di un peso inutile che non riusciva a reprimere, ma poi un pensiero riaffiorò. La caverna nelle montagne, protetta da tutto e quasi invisibile.
Il drago trovò le ultime forze per rialzarsi. Non voleva lasciare il suo cavaliere, ma ormai il suo destino era segnato. Sbatté le ali una volta, due volte, tre e si alzò in volo. Volò lontano dalla battaglia, pian piano i rumori dei ruggiti dei draghi del cozzare del spade si affievolì. La sua mente sembrava essersi liberata da uno dei suoi pesi. Volò tutta la notte. Passò sopra le montagne e la grande foresta. Non ce la faceva più, le ali lo stavano per abbandonare definitivamente. Poi le vide. Quelle due montagne solitarie, ma gemelle che si erigevano in mezzo al tappeto di alberi. La prima luce dell’alba non tardò ad arrivare.
Atterrò nella caverna. La dragonessa era lì ad aspettarlo, era felice, prima di vedere che dopo pochi passi verso le uova le gambe del compagno cedettero. Lei li andò in contro e con dei morso ruppe la cinghia che teneva ancora attaccata la sella del cavaliere. Dopo di che spostò di nuovo le tre uova, ma questa volta vicino al muso del compagno. Lui le annusò e le accarezzo col muso. Si accovacciò come meglio poteva vicino a loro. La compagna fece lo stesso, si mise vicina a contatto con il corpo dorato del suo compagno. Aveva capito tutto: il suo cavaliere era morto, la battaglia era stata sicuramente persa e lui soffriva irrimediabilmente. Sentiva il suo cuore battere sempre più lentamente. La leccò sul muso, si strofinò contro di lei e lacrime copiose scesero dal suo viso. Poi appoggiò il muso sulle due zampe e il cuore smise di battere. Il suo corpo era lì, giaceva sulla paglia tranquillo. Il suo animo sembrava rasserenato. Non aveva voluto trasformarsi in un Eldunari, per lui era troppo. Così la dragonessa passò quell’alba, piangendo, piangendo in silenzio.
Immagine
Avatar utente
Cavaliere Anziano
Cavaliere Anziano
 
Messaggi: 1046
Iscritto il: 2 giugno 2012, 23:00
Località: Where the darkness rise from the deep with my dragon Nakur
Sesso: Femmina

RE: A New Age

da Saphira23 » 9 febbraio 2014, 21:24

Ciao ^^ l'inizio è davvero molto triste , ma sono curiosa di sapere cosa succederà ^^
Queste tre uova...wow !
Mmm...non ho ancora capito il personaggio di cui si sta parlando :eheh: il ciclo è da un pò che ho finto di leggerlo ;)
Comunque aggiorna presto ^^
Immagine L’amore è sempre paziente e gentile, non è mai geloso… L’amore non è mai presuntuoso o pieno di se, non è mai scortese o egoista, non si offende e non porta rancore...
Avatar utente
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 2984
Iscritto il: 24 luglio 2008, 23:00
Località: Su Saphira insieme al mio amato nei cieli incantati di Alagaesia. Sulle ali della mia vita...
Sesso: Femmina

Re: A New Age

da DaubleGrock » 10 febbraio 2014, 0:32

WOW ho quasi pianto, Saphira ha ragione è davvero molto triste. Non ho ben capito chi siano questi draghi, mica sono i draghi del vecchio ordine? Devi aggiornare prestissimo, non vedo l'ora di leggere il continuo ;)
Immagine
"I looked at him and I saw myself"
by Hiccup to Astrid in How To Train Your Dragon I
Avatar utente
Cavaliere Anziano
Cavaliere Anziano
 
Messaggi: 1022
Iscritto il: 18 febbraio 2013, 0:00
Località: Ovunque mi porti il vento
Sesso: Femmina

Re: A New Age

da Firnenfire » 10 febbraio 2014, 12:12

Saphira23 ha scritto:Ciao ^^ l'inizio è davvero molto triste , ma sono curiosa di sapere cosa succederà ^^
Queste tre uova...wow !
Mmm...non ho ancora capito il personaggio di cui si sta parlando :eheh: il ciclo è da un pò che ho finto di leggerlo ;)
Comunque aggiorna presto ^^


Grazie per essere passata, per me è un onore che una moderatrice legga la mia ff :laugh:
Presto saprai di più sulla trama ;)

Aggiunto dopo 1 minuti:

DaubleGrock ha scritto:WOW ho quasi pianto, Saphira ha ragione è davvero molto triste. Non ho ben capito chi siano questi draghi, mica sono i draghi del vecchio ordine? Devi aggiornare prestissimo, non vedo l'ora di leggere il continuo ;)


Era il mio obbiettivo risvegliare queste emozioni tristi...
Immagine
Avatar utente
Cavaliere Anziano
Cavaliere Anziano
 
Messaggi: 1046
Iscritto il: 2 giugno 2012, 23:00
Località: Where the darkness rise from the deep with my dragon Nakur
Sesso: Femmina

RE: A New Age

da smeraldina96 » 10 febbraio 2014, 16:45

interessante, la suspance mi piace tanto, non vedo l' ora di sapere di chi si tratta....
Immagine[http://i43.tinypic.com/2hyj52x.jpg[/img][/url]
Avatar utente
Cavaliere Anziano
Cavaliere Anziano
 
Messaggi: 1855
Iscritto il: 13 giugno 2012, 23:00
Località: Rupe di Tel'naeir
Sesso: Femmina


 


  • Argomenti correlati
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Chi c’è in linea
Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

cron
CHIUDI
CLOSE