CHOSEN

Moderatori: Nonno-vor, mastermax, AnnaxD, Saphira23, Arya18, SkulblakaNuanen, Wyarda, blitz, Daenerys, oromiscanneto

CHOSEN

da Brisingr92 » 12 marzo 2013, 17:54

Salve a tutti, prima di iniziare questa ff vorrei precisare alcune cose:
-Questa ff è molto vecchia, in quanto è stata progettata ed iniziata oltre un anno fa, ma a causa di un errore sorto nella trama, ho deciso di bloccarla e farla rimuovere dal sito di Eragonitalia.

-Proprio perché è stata ideata molto tempo fa, non è aggiornata sulle ultime interviste di Paolini ma seguirò le conclusioni che avevo tratto alla fine della lettura di Inheritance

-Questa ff è la stessa che avevo iniziato a pubblicare un anno fa (forse qualcuno se la ricorda ancora), ma ora verrà corretta nella trama e spero anche completata.

-Non sarà lunga ne perfetta, ma se avrete il buon cuore di seguirmi, sono abbastanza presuntuoso nel dire che, con il vostro aiuto, sono sicuro che ne uscirà una gran bella ff

-Non è molto fantasiosa, in quanto è una mia originale visione di un potenziale quinto libro, e se non ne potete più di bizzarre teorie, non iniziate neanche la lettura

-Se qualcuno ricorda, con quello che poi è diventato il capitolo uno, ho vinto un contest del sito, quindi come capitolo sarà sbrigativo in quanto all’epoca del concorso avevamo un margine di spazio per scrivere

-La storia comincia immediatamente dopo la fine di Inheritance, con Eragon e Saphira a bordo della barca elfica

Buona lettura

Bhotis-elda
Per lunghe settimane la Talìta scivolò lungo il corso d’acqua senza lasciare segni del suo passaggio sulla limpida superficie argentata.
Eragon, durante le lunghe ore di navigazione, aveva fatto conoscenza con alcuni degli antichi Eldunarì che, dopo il salvataggio dalla prigionia di Galbatorix, si erano ripresi grazie alle cure di Blodhgarm e dei suoi stregoni che spiegarono “Questi Ammazzaspettri, sono i draghi che meno hanno sofferto la tirannia del traditore e dunque sono stati i primi a riprendersi, ma per gli altri il lavoro da fare è ancora molto lungo”.
Spesso il giovane si era scoperto a rivivere l’epico scontro con il signore dei Wyrdfell, ed ogni volta si stupiva della fortuna che aveva avuto in quella circostanza, ma, ancora più stupefacente, era stata la scelta di Arya di condividere con lui il suo vero nome, decisione che aveva ulteriormente aumentato i suoi sentimenti nei confronti della nuova regina degli elfi. Gli mancava, terribilmente, la sua assenza lasciava in lui un vuoto incolmabile, come era grande il vuoto lasciato in Saphira dall’assenza di Fìrnen.
Presto ricominciò il duro addestramento per completare la sua preparazione in qualità di nuovo capo dell’Ordine dei Cavalieri, ed Eragon fu solo felice di poter trovare una fonte di distrazione in quella monotonia deprimente.
Tra i tantissimi argomenti trattati, Cavaliere e dragonessa venivano impegnati con le lezioni di Umaroth e Glaedr anche sui territori verso i quali andavano incontro, territori, come gli aveva già detto Brom, visitati spesso dai Cavalieri prima dell’ascesa di Galbatorix.
La caratteristica principale di questi territori è la quasi totale assenza di civiltà a causa di una carestia che un secolo fa decimò le popolazioni presenti, spiegò. I popoli nomadi che vivono ancora in queste regioni remote sono imparentati con i sacerdoti che avete visto a Vroengard , uomini adoratori di Cavalieri e draghi. I primi insediamenti lì troveremo a breve.
A conferma delle sue parole, due giorni più tardi incontrarono un agglomerato di capanne addossate al grande fiume dove gli abitanti, appena videro Saphira emergere sinuosa dall’acqua, si inginocchiarono piangendo e pregando freneticamente.
Quando Eragon scese dall’imbarcazione, e non mancò di notare che gli elfi rimasero sospettosi a bordo con uova ed Eldunarì, decine di persone lo accerchiarono urlandogli parole che non comprendeva in quel caos ma, grazie ad un’accurata analisi dei loro pensieri, sapeva che non avevano cattive intenzioni ma anzi, sembravano aspettarlo, cosa che lo incuriosì moltissimo. Alcuni bambini lo presero per mano e, con Saphira al seguito, si avviarono per le anguste vie del paesino fino ad una baracca che, paragonata alle altre, sembrava una vera reggia, con un lungo tetto spiovente e tendaggi ricamati, dalla quale ne emerse un vecchio senza età che gli veniva incontro sorridendo “Benvenuti Eragon Ammazzatiranni e Saphira Squamediluce, è molto tempo che speravo nel nostro incontro, e ben tornati a te Umaroth e a te Glaedr, ultimo degli Antichi. Ora che l’Oscuro sire è caduto, i vostri ricordi possono esservi restituiti, e con essi la consapevolezza che quanto avevate chiesto al nostro popolo è stato completato ed attende il vostro arrivo”.
La sorpresa che provò Eragon nello scoprire che quel vecchio conoscesse il suo nome, non fu nulla rispetto all’ondata di angoscia e paura che pervase Saphira nel sentire nominare il nome degli Eldunarì di Umaroth e Glaedr.
Come può un vecchio qualsiasi conoscere il nostro più grande segreto! Urlò furiosa liberando una vampa di fuoco di diversi piedi di lunghezza. Che parli, prima che lo sventri dalla testa ai piedi e gli divori le interiora!.
Calma cucciolointervenne Glaedr in equilibrio tra il divertimento e il rimprovero. Lui è Bhotis lo Scacciaombre e l’Impavido, un umano che molto tempo fa salvò la vita di Vrael durante uno scontro con diversi Ra’zac, primo ed unico umano della storia dotato di vita elfica senza tuttavia essere un Cavaliere.
Eragon era decisamente perplesso. Maestro, come si può donare ad un umano la longevità elfica? Quale incantesimo è stato utilizzato?.
Fu tuttavia Umaroth, ripresosi dallo stupore iniziale, a rispondere. Nonostante tu abbia assorbito molte delle nostre esperienze e conoscenze, sei ancora troppo giovane per comprendere un incantesimo di tale portata. Ti basti sapere, per il momento, che è stato utilizzato lo stesso incantesimo con il quale re Evandar donò lunga vita a Blagden, che ora siede sul trespolo di Arya.
Nonostante la sua perplessità non si fosse del tutto dissolta, il Cavaliere si limitò a rispondere: Certamente ebrithil
Rivolgendosi al vecchio, che non sembrava affatto turbato da quel rapido scambio di pensieri durante il quale era stato ignorato, gli chiese “Quale richiesta avevano fatto i Cavalieri al vostro popolo Bhotis-elda? E come conosci i nostri nomi?”. Un sorrisetto furbo e vivace increspò le sottili labbra del vecchio che tuttavia mantenne un tono formale “Le vostre gesta sono conosciute in ogni angolo di Alagaesia Ammazzaspettri, che ha confini molto più vasti dell’Impero che conosci, ma per quanto riguarda la tua domanda, non è una cosa che si può spiegare a parole, ma la dovrai vedere tu stesso. Partiremo domani e tra due mesi di viaggio, se la fortuna ci assiste, giungeremo a destinazione”.
E così fecero. Per lunghe settimane la carovana composta da Eragon, Saphira, gli elfi con uova ed Eldunarì, nascosti con lo stesso incantesimo con cui Eragon li trasportò da Vroengard, guidata da Bhotis, vagò per quei vasti territori selvaggi in lungo e in largo, dalle vaste pianure dell’ovest alle imponenti montagne dell’est, dalle foreste del nord, ed Eragon capì che si trattava di estensioni della Du Weldenvarden, al deserto del sud, al fine di istruire Eragon sull’esatta posizione e conformazione di quei territori. Il giovane, come nei territori dell’Impero cercava ovunque andassero un luogo adatto ad ospitare la nuova sede dell’Ordine, con scarsissimi risultati. Dove si concluderà il mio cammino? Si chiese una sera davanti al falò.
Ammetto la mia totale delusione per non essere diventato moderatore dopo aver speso passione e disponibilità per questo sito...
Avatar utente
Cavaliere Anziano
Cavaliere Anziano
 
Messaggi: 1081
Iscritto il: 28 maggio 2010, 23:00
Località: Jesolo
Sesso: Maschio

RE: CHOSEN

da ildebugger » 12 marzo 2013, 18:59

Oh mio dio brisingr92 6 tornato!!!!! :O :O :O :O :O
Non hai davvero idea di quanto ho sperato che tornassi, la tua ff era sensazionale, di gran lunga la mia preferita in assoluto :laugh: :laugh:
E così hai deciso di riprendere CHOSEN, ottima scelta, ma l'errore che avevi nella trama non l'avevi spiegato all'epoca, quindi mi aspetto spiegazioni x averci abbandonati da un giorno all'altro :sleep: :sleep: (molti vecchi utenti non ci sono più, quindi dovrai avere pazienza e trovare nuovi fan).
Ricordavo il vecchio Bhotis, ma non la scampagnata :laugh:
Attendo news a presto
Avatar utente
Abitante
Abitante
 
Messaggi: 2
Iscritto il: 13 marzo 2012, 0:00

RE: CHOSEN

da EragonEldunari » 12 marzo 2013, 19:06

Un ottimo inizio :), complimenti!
A quanto pare sono il secondo a commentare :cool: :cool:
Ignorare le interviste e partire dal finale di Inheritance è una buona scelta, per quanto mi costi ammetterlo. Anche perchè altrimenti per mantenere la coerenza con Paolini avresti dovuto probabilmente modificare qualcosa nella trama ogni volta che sarebbe uscita una nuova intervista…
Quindi però fammi capire un paio di cose, dato che io mi baso così tanto sulle interviste che non sono molto preparato considerando solo Inheritance (corregimi se sbaglio)

1-Innanzitutto, gli Eldunarí in questa ff non sono più di 980.000, ma poco più di 1000, come mi avevi risposto tempo fa nella mia discussione;

2-¿Niernen esiste ancora? Paolini ha detto che è andata distrutta nell'esplosione di Galbatorix solo in un'intervista.

Comunque posta presto, anche perchè io non ho mai letto quella che hai postato l'anno scorso perchè non ero nemmeno sul forum :)
Avatar utente
Argetlam
Argetlam
 
Messaggi: 233
Iscritto il: 16 dicembre 2012, 0:00
Sesso: Maschio

RE: CHOSEN

da Daenerys » 12 marzo 2013, 20:03

A me la ff vecchia è sempre piaciuta e sono contenta che abbia deciso di continuarla (anzi di ricominciarla) Delle interviste non me ne sono preoccupata troppo quindi a me non importa se non le prendi in considerazione :)
Una domanda [spoiler]ma la cosa che ti ha impedito di andare avanti era il punto finale della ff precedente? *non spoilero per chi non ha letto, ma spero tu abbia capito di cosa parlo* Perché mi ero curiosa di come l'avresti risolto...[/spoiler]
We must be swift as a coursing river
With all the force of a great typhoon
With all the strength of a raging fire
Mysterious as the dark side of the moon
Avatar utente
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 2498
Iscritto il: 19 dicembre 2011, 0:00
Sesso: Femmina

Re: RE: CHOSEN

da Brisingr92 » 13 marzo 2013, 10:27

EragonEldunari ha scritto:Un ottimo inizio :), complimenti!
A quanto pare sono il secondo a commentare :cool: :cool:
Ignorare le interviste e partire dal finale di Inheritance è una buona scelta, per quanto mi costi ammetterlo. Anche perchè altrimenti per mantenere la coerenza con Paolini avresti dovuto probabilmente modificare qualcosa nella trama ogni volta che sarebbe uscita una nuova intervista…
Quindi però fammi capire un paio di cose, dato che io mi baso così tanto sulle interviste che non sono molto preparato considerando solo Inheritance (corregimi se sbaglio)

1-Innanzitutto, gli Eldunarí in questa ff non sono più di 980.000, ma poco più di 1000, come mi avevi risposto tempo fa nella mia discussione;

2-¿Niernen esiste ancora? Paolini ha detto che è andata distrutta nell'esplosione di Galbatorix solo in un'intervista.

Comunque posta presto, anche perchè io non ho mai letto quella che hai postato l'anno scorso perchè non ero nemmeno sul forum :)


Innanzitutto grazie per l'incoraggiamento :)
Risponderò subito alle tue domande così togliamo subito qualsiasi dubbio

1- Gli Eldunarì per me non sono un numero preciso, comunque ti confermo che si aggirano intorno alle 1000 unità

2- Niernen per me è stata distrutta, e non credo che spunteranno fuori altre lance ammazzadraghi, anche se Arya mi sembra non fosse convinta al 100% della loro totale distruzione, perchè dice una cosa come "Pensavamo fossero andate distrutte o perdute per sempre"...

Cara Daenerys:
Grazie di essere tornata visti i nostri recenti avvenimenti, e per rispondere alla tua domanda dirò si e no. La parte finale di cui parli mi aveva messo effettivamente con le spalle al muro e x venirne fuori sarei stato costretto a far cose davvero inverosimili, ma nella trama erano presenti situazioni e personaggi che non potevano assolutamente coesistere, quindi avevo abbandonato l'idea. A presto =)
Ammetto la mia totale delusione per non essere diventato moderatore dopo aver speso passione e disponibilità per questo sito...
Avatar utente
Cavaliere Anziano
Cavaliere Anziano
 
Messaggi: 1081
Iscritto il: 28 maggio 2010, 23:00
Località: Jesolo
Sesso: Maschio

Re: RE: CHOSEN

da EragonEldunari » 13 marzo 2013, 12:16

Brisingr92 ha scritto:
EragonEldunari ha scritto:Un ottimo inizio :), complimenti!
A quanto pare sono il secondo a commentare :cool: :cool:
Ignorare le interviste e partire dal finale di Inheritance è una buona scelta, per quanto mi costi ammetterlo. Anche perchè altrimenti per mantenere la coerenza con Paolini avresti dovuto probabilmente modificare qualcosa nella trama ogni volta che sarebbe uscita una nuova intervista…
Quindi però fammi capire un paio di cose, dato che io mi baso così tanto sulle interviste che non sono molto preparato considerando solo Inheritance (corregimi se sbaglio)

1-Innanzitutto, gli Eldunarí in questa ff non sono più di 980.000, ma poco più di 1000, come mi avevi risposto tempo fa nella mia discussione;

2-¿Niernen esiste ancora? Paolini ha detto che è andata distrutta nell'esplosione di Galbatorix solo in un'intervista.

Comunque posta presto, anche perchè io non ho mai letto quella che hai postato l'anno scorso perchè non ero nemmeno sul forum :)


Innanzitutto grazie per l'incoraggiamento :)
Risponderò subito alle tue domande così togliamo subito qualsiasi dubbio

1- Gli Eldunarì per me non sono un numero preciso, comunque ti confermo che si aggirano intorno alle 1000 unità

2- Niernen per me è stata distrutta, e non credo che spunteranno fuori altre lance ammazzadraghi, anche se Arya mi sembra non fosse convinta al 100% della loro totale distruzione, perchè dice una cosa come "Pensavamo fossero andate distrutte o perdute per sempre"...

Cara Daenerys:
Grazie di essere tornata visti i nostri recenti avvenimenti, e per rispondere alla tua domanda dirò si e no. La parte finale di cui parli mi aveva messo effettivamente con le spalle al muro e x venirne fuori sarei stato costretto a far cose davvero inverosimili, ma nella trama erano presenti situazioni e personaggi che non potevano assolutamente coesistere, quindi avevo abbandonato l'idea. A presto =)



Ok… mi hai tolto ogni dubbio (almeno per ora lol), comunque grazie per aver risposto subito e posta presto :O
Avatar utente
Argetlam
Argetlam
 
Messaggi: 233
Iscritto il: 16 dicembre 2012, 0:00
Sesso: Maschio

RE: CHOSEN

da Spettro4ever » 13 marzo 2013, 13:59

Gran bel capitolo, chosen se non mi sbaglio significa prescelto/i o una cosa del genere :huh: , continua, sono curiosa di scoprire cosa acccadrà a Saphira ed Eragon... :laugh: Le nuove avventure, che bello, ci stò già sbavando dietro... :sbav:
"Tutte le persone conoscono il prezzo delle cose ma soltanto alcune ne conoscono il vero valore"
Avatar utente
Abitante
Abitante
 
Messaggi: 27
Iscritto il: 20 febbraio 2013, 0:00
Località: Runco-Emilia Romagna... naaa forse Gil´ead, a dare ordini ai miei soldati!
Sesso: Femmina

RE: CHOSEN

da Brisingr92 » 14 marzo 2013, 12:33

Una seconda possibilità
Kila si svegliò di soprassalto. Da quando suo padre Gannel, Grimstborith del Durgrimst Quan, era partito tre giorni prima per andare a protestare contro re Orik, cosa che accadeva ormai da mesi, dormiva pochissimo.
Con i suoi tredici anni di età, Kila era il più giovane nano tra i Quan, ma anche il più canzonato. Il motivo di tanta ilarità nei suoi confronti era che, a differenza di ogni altro nano del Farthen Dur, che già a dieci anni poteva esibire una florida barbetta di cui andare fiero, lui, nonostante una paziente attesa di ben tre anni, non aveva nemmeno un pelo sul volto, liscio e perfetto come il giorno in cui era nato.
Scendendo dal letto insonnolito, si avviò pigramente verso il catino e lo specchio, dove cercò di ravvivare la folta capigliatura riccia che, a parer suo, lo faceva assomigliare ad un cespuglio autunnale, a causa del color marron corteccia che la caratterizzava, in forte contrasto con il colore azzurro ghiaccio degli occhi, cosa che negli ultimi decenni era diventata molto comune tra i nani, a causa della lunga permanenza nel sottosuolo per sfuggire alle grinfie di Galbatorix.
Non aveva mai dormito così a lungo senza avere il padre a portata di mano e la cosa lo inquietava moltissimo, ma da quando il re dei nani, aveva divulgato il progetto secondo il quale anche i knurlan sarebbero entrati nell’antichissimo accordo con i draghi, il padre non era più stato lo stesso. Il fatto che ci potesse essere un nano Cavaliere, a Kila non faceva molta differenza, mentre i capi clan erano immediatamente corsi dal Grimstnzborith per avere dei chiarimenti. A detta loro, la scelta del re di inserire i nani nell’antichissimo accordo con i draghi, avrebbe portato la più antica razza di Alagaesia nel baratro. Tuttavia, nonostante l’apparente indifferenza, Kila si era trovato più volte a fantasticare un mondo nel quale lui, sul dorso del suo drago, emulava l’impresa dell’ormai leggendario Eragon Ammazzatiranni, liberando il mondo dalla crudeltà di Galbatorix.
L’unica cosa in cui sperava realmente il ragazzo era che il nuovo Cavaliere, chiunque fosse stato scelto, avrebbe lottato per estirpare la violenza nel mondo, l’unica vera cosa che Kila detestava nel profondo, anche se da tempo aveva capito che per combatterla, ne serviva sempre dell’altra di maggior forza.
D’un tratto mentre sceglieva cosa indossare quel giorno, sua madre entrò nella stanza scarmigliata ed ansante come Kila non l’aveva mai vista. “Razza di smemorato che non sei altro! Com’è possibile che Guntera ti abbia fatto così zuccone?” esordì lei tutt’altro che allegra. “Lo sai oggi che giorno è?” .
Come se un fulmine l’avesse colpito, gli tornò in mente che quel giorno sarebbe tornato a Tronijheim l’elfo Laufin, il traghettatore di uova di drago.
Questa sarebbe stata la seconda visita nella città-montagna dell’elfo, in quanto, durante la sua prima esperienza, nessun giovane nano aveva riscontrato la simpatia del drago all’interno dell’uovo, che era rimasto testardamente immobile mentre centinaia di giovani nani lo toccavano speranzosi sotto lo sguardo vigile dell’elfo che, paragonato a loro, era davvero un gigante.
Quando l’uovo di tonalità marrone castagna, liscio e perfetto come un diamante levigato l’aveva respinto, all’interno di Kila qualcosa si era spezzato, come un latente e glorioso sogno dimenticato che all’improvviso si dissolve, lasciando solo il ricordo delle emozioni che trasmetteva. Quell’evento l’aveva cambiato, attenuando non poco l’interesse per draghi e Cavalieri, indifferenza che si era trasformata in rabbia quando nei mesi seguenti era giunta notizia nel Farthen Dur che lo stesso uovo che tanti nani aveva respinto, aveva scelto di schiudersi innanzi ad un urgali. Cos’hanno loro in più di noi per meritare un dono simile dal fato?.
Ora, a distanza di settimane, Kila era convinto che la situazione fosse cambiata, perché la notizia dell’urgali Cavaliere aveva posto i knurlan in una situazione nuova ed imbarazzante, dato che erano l’unica razza che non aveva ancora un Cavaliere dei draghi, ed era sicuro che stavolta l’intera popolazione si sarebbe comportata in maniera diversa, visto che il caratteristico orgoglio nanesco era stato ferito.
Facendo più in fretta che poté, si vesti e si precipitò nel lungo tunnel che conduceva all’enorme sala in cui Eragon, molto tempo prima, era stato esaminato e accettato dalle schiere dei Varden che all’epoca erano ospitati a Tronijheim. Mentre correva a perdifiato lungo i tunnel immersi nella semioscurità, Kila passò sotto a Isidar Mithrim, lo Zaffiro Stellato, tornato glorioso e splendente grazie alla potente magia di Saphira Squamediluce. Molte ballate erano già state scritte in suo onore ed il giovane sorrise mesto quando si rese conto che perfino i nani più ostili verso i dominatori del cielo avevano acclamato l’impresa della dragonessa. Il suo gesto non sarà mai dimenticato.
Dopo parecchi minuti di corsa serrata, finalmente raggiunse la sua destinazione, ed una nuova ondata di adrenalina lo pervase, viste le possibili conseguenze che l’incontro di quel giorno poteva riservare all’intera razza nanesca. La nostra seconda possibilità, non possiamo più attendere oltre, o la rovina cadrà sul nostro popolo.
Ammetto la mia totale delusione per non essere diventato moderatore dopo aver speso passione e disponibilità per questo sito...
Avatar utente
Cavaliere Anziano
Cavaliere Anziano
 
Messaggi: 1081
Iscritto il: 28 maggio 2010, 23:00
Località: Jesolo
Sesso: Maschio

RE: CHOSEN

da EragonEldunari » 14 marzo 2013, 14:45

Mmhhh… Kila… un buon capitolo per introdurre, i novizi, ma attento alle ripetizioni "l'antichissimo patto tra Cavalieri e draghi"
Grammaticalmente è molto ben scritto, ma se fossi in te io mi soffermerei sulle descrizioni: Kila si sveglia, ma dove? Perchè se è del Quan è nel Farthen Dûr?
Avatar utente
Argetlam
Argetlam
 
Messaggi: 233
Iscritto il: 16 dicembre 2012, 0:00
Sesso: Maschio

RE: CHOSEN

da Brisingr92 » 14 marzo 2013, 17:24

hai ragione ma ho dato x scontato che arrivando il "traghettatore di uova" tutti i giovani nani fossero stati radunati nel Farthen Dur :P
Ammetto la mia totale delusione per non essere diventato moderatore dopo aver speso passione e disponibilità per questo sito...
Avatar utente
Cavaliere Anziano
Cavaliere Anziano
 
Messaggi: 1081
Iscritto il: 28 maggio 2010, 23:00
Località: Jesolo
Sesso: Maschio

RE: CHOSEN

da Spettro4ever » 14 marzo 2013, 19:02

EragonEldunarì ha detto tutto quello che c'era da dire, ma tutto sommato il capitolo non è male, devo dire che mi incuriosisce, questa ff! :invisibile: Non vedo l'ora di saperne di più!
"Tutte le persone conoscono il prezzo delle cose ma soltanto alcune ne conoscono il vero valore"
Avatar utente
Abitante
Abitante
 
Messaggi: 27
Iscritto il: 20 febbraio 2013, 0:00
Località: Runco-Emilia Romagna... naaa forse Gil´ead, a dare ordini ai miei soldati!
Sesso: Femmina

RE: CHOSEN

da EragonEldunari » 14 marzo 2013, 22:40

Bé se devo dire la verità l'ho dato per scontato anch'io :) , anche se in realtà sarebbe il traghettatore ad andare in tutte le città -_-
Avatar utente
Argetlam
Argetlam
 
Messaggi: 233
Iscritto il: 16 dicembre 2012, 0:00
Sesso: Maschio

RE: CHOSEN

da Brisingr92 » 15 marzo 2013, 15:57

Finchè posso pubblico più che posso, ma presto mi toccherà rallentare

UN FAIRTH PER LA LEGGENDA
Al raduno di giovani knurlan erano rappresentati tutti i dodici clan dei nani. L’unica eccezione era il clan Az Sweldn rak Anhuin, bandito dal Farthen Dur dopo che il loro Grimstborith Vermund aveva ordinato un attentato alla vita di Eragon, infangando l’onore dell’intera razza, in quanto ogni knurla esistente ritiene sacri tutti i suoi ospiti, chiunque essi siano.
Per questo secondo raduno, anche i bambini del Dumgrinst Knurlcarathm, clan molto religioso ed influente, avevano ottenuto il permesso di partecipare. Il motivo di quel radicale cambio di pensiero, almeno così gli aveva detto il padre, era che la notizia del primo Cavaliere urgali della storia era riuscita a placare i battibecchi tra i capi clan ed il re, che sperava con tutto il cuore di poter presto vedere un knurla sul dorso di un drago.
Le aspettative erano enormi, oltre ai rappresentanti dei singoli clan ed il re, protetto ai lati da un piccolo contingente armato, erano presenti anche un certo numero di nani che Kila riconobbe come maghi, cosa che colpì moltissimo il ragazzo in quanto non riusciva a spiegarsi quella bizzarra presenza.
L’ultima volta che Laufin era stato nel Farthen Dur, i giovani erano stati messi in fila in modo approssimativo alla sola presenza dell’elfo e del re, mentre i capi clan si erano rifiutati di prendere parte a quella che definirono “Una buffonata che avrebbe messo in ridicolo l’intera razza”. Il più contrariato di tutti era sembrato Nado, che uscendo dalla stanza del consiglio aveva urlato “I nani devono stare con i piedi per terra, non volare in giro per il mondo con lucertoloni sputafuoco!”. Tuttavia, qualcosa doveva essere cambiato, perché quel giorno non solo era presente, vigile ed impaziente, ma sembrava che non vedesse l’ora di esultare vedendo l’uovo schiudersi davanti ad un membro del Durgrimst Knurlcarath.
Di tutt’altro avviso sembrava essere il Grimstborith del clan Ebardac, un clan solitario e dedito agli studi scientifici, che se ne stava in disparte scorrendo rapidamente un enorme compendio dalla fragile rilegatura, apparentemente distaccato da quisquilie come la scelta del primo shur’tugal di razza nanesca della storia.
Nel centro esatto della stanza, era stato allestito un minuscolo altare intagliato, sul quale era stato adagiato, sopra un soffice cuscino cremisi, un uovo di drago color argento luminescente. Alzando lo sguardo, Kila riuscì a notare che l’uovo aveva lo stesso colore delle armature dei soldati che proteggevano il re, circondato da venature di una sfumatura simile al metallo fuso, quindi di tonalità più scura, che davano l’impressione di avvolgerlo in una ragnatela metallica. Tutto questo vide e pensò Kila nel brevissimo istante in cui si aprì una piccola breccia nella lunghissima fila di knurlan.
Mentre era ancora assorto nei suoi pensieri, Laufin cominciò a parlare con la sua potente voce armoniosa, facendo sobbalzare il giovane. “Salve giovani nani” esordì l’elfo, facendo calare sull’intera sala un silenzio carico di tensione. “Come tutti i presenti immagineranno, il motivo di questa mia seconda visita nella città-montagna, indica che un uovo di drago si è già schiuso. La dragonessa in questione ha scelto come proprio Cavaliere un giovane urgali di nome Surzhvog. Ora, per esplicita volontà di Eragon Ammazzatiranni, è tempo che anche i nani trovino il loro shur’tugal, nella speranza di poter trovare quanto prima un nuovo equilibrio tra le razze di Alagaesia. Tuttavia” continuò fissando lo sguardo sugli Grimsborithn “non disperate nel caso in cui questo particolare drago dovesse rifiutare ogni knurlan presente, poiché molte altre uova sono custodite da Eragon e Saphira, ed alte sono le possibilità che un nano possa essere scelto in tempi brevi”.
Concluso il discorso iniziale, l’elfo aggirò sinuoso l’altare per posizionarsi sul fianco sinistro del primo candidato, un knurla basso, anche per i canoni naneschi, e provvisto di una barba davvero molto fitta. Come previsto, l’uovo rimase immobile ed indifferente al tocco del giovane, che non riuscì a trattenere le lacrime quando Laufin gli fece cenno di lasciare il posto ad un altro nano.
Era frustrante, inutile ed insensato vedere i migliori giovani di ogni clan che venivano ignorati dall’uovo; Ebardac, Ingeitum, Nagra, Feldunost, nessun Durgrimst veniva risparmiato, ma Kila notò che il loro re teneva imperturbabile gli occhi fissi sull’uovo, tranquillo come se nulla al mondo potesse turbarlo.
Quando infine arrivò il suo turno, Kila venne travolto da un vago senso di panico. Che assurdità. Tentò di consolarsi. Prima finisce questa buffonata, prima potrò tornarmene a casa. E con passo deciso salì sulla pedana e adagiò le mani sudate sulla superficie opalescente dell’uovo. Era caldo, liscio e luminoso, perfetto in ogni dettaglio, e sarebbe rimasto lì per giorni a fissare come le venature scure si intrecciavano su quella superficie così splendente. Oltre a queste ovvie conclusioni però, l’uovo non diede cenno di essersi accorto della sua presenza, rimanendo incredibilmente insensibile ed impenetrabile. Quando Kila mollò la presa voltandosi di scatto, senza nemmeno attendere la comunicazione di Laufin, mentre una profonda tristezza minacciava di sopraffarlo, l’uovo sussultò, come se si fosse appena destato da un lunghissimo sonno.
Molte cose accaddero in quel momento nell’enorme sala; Laufin afferrò Kila e lo posizionò di fronte all’uovo, i capi clan trattennero rumorosamente il fiato con i giovani knurlan che venivano fatti arretrare dalla scorta armata del re e, mentre vistose crepe intaccavano la superficie immacolata dell’uovo, re Orik si issò in tua la sua magnificenza ed esclamò. “Presto stregoni, immortalate questo momento con i fairth! E’ giunto il tempo che i knurlan entrino nella storia!”.
Mentre sul volto di Kila si allargava un radioso sorriso di pura meraviglia, e l’uovo si schiudeva rivelando acuti squittii contrariati, nella sala si udirono i dodici maghi che a turno, come a voler fissare sulle lastre di ardesia ogni singolo istante, pronunciarono i loro incantesimi dando vita ad un’assordante cacofonia di suoni discordanti. Nel momento in cui i maghi proferirono le antiche parole di potere, l’uovo si sgretolò davanti a Kila, che si trovò ad osservare incantato una magnifica creatura di un argento più maestoso di qualsiasi gioiello; più splendente di qualsiasi minerale esistente al mondo.
Nel momento in cui un istinto millenario spingeva il giovane a toccare il muso della creatura, che ora lo fissava con occhi profondi e luminosi come l’oceano, il dodicesimo stregone si staccò dal gruppo e, posizionandosi a pochi passi dalla scena, mentre il palmo destro di Kila era ad un soffio dal muso del drago, esclamò. “Draumr kopa”. Rifletti l’immagine. Ciò che avvenne nella manciata di secondi seguenti sarebbe diventato leggenda tra i nani, finchè le pietre del mondo non sarebbero diventate polvere.
Ammetto la mia totale delusione per non essere diventato moderatore dopo aver speso passione e disponibilità per questo sito...
Avatar utente
Cavaliere Anziano
Cavaliere Anziano
 
Messaggi: 1081
Iscritto il: 28 maggio 2010, 23:00
Località: Jesolo
Sesso: Maschio

RE: CHOSEN

da oromiscanneto » 16 marzo 2013, 11:46

Ecco cos'era successo... Capisco, non avevi scelta con quel finale... E per le interviste tranquillo ;) hai cambiato i post anche qui da quel che ricordo, mi piace molto il mettere in evidenza le reazioni del popolo e anche le descizioni, se possibile, mi sembrano ancora più fluide. Anche il primo post è cambiato?
Poi ricordo una bellissima descrizione dell'uovo mentre si schiudeva, mi sarebbe piaciuto vederla... Comunque va bene così :)
http://www.eragonitalia.it/postt16311.html
"Chi si piega come una canna trionfa!"
Oromis del Casato di Thrandurin
Immagine
"Los Que Sueñan Son Felices Hasta El Fin"
Avatar utente
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 2070
Iscritto il: 28 dicembre 2011, 0:00
Località: Luthìvira
Sesso: Maschio

RE: CHOSEN

da Brisingr92 » 16 marzo 2013, 18:17

Ti ringrazio :D
Le descrizioni arriveranno non temere ;)
Ammetto la mia totale delusione per non essere diventato moderatore dopo aver speso passione e disponibilità per questo sito...
Avatar utente
Cavaliere Anziano
Cavaliere Anziano
 
Messaggi: 1081
Iscritto il: 28 maggio 2010, 23:00
Località: Jesolo
Sesso: Maschio

Prossimo

 


  • Argomenti correlati
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Chi c’è in linea
Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

cron
CHIUDI
CLOSE