Il quarto libro

Moderatori: Nonno-vor, mastermax, AnnaxD, Saphira23, Arya18, SkulblakaNuanen, Wyarda, blitz, Daenerys, oromiscanneto

RE: Il quarto libro

da elly-94 » 22 marzo 2010, 17:26

hei champ... lo sai che io non ho così tanto da ridire... insomma... da quanto devo postare?
cmq... sì credo fosse il nostro EE che non ha finito una fic ma non ne sono sicura... di certo frehor ci ha abbandonati!!
Immagine
Avatar utente
Cavaliere Anziano
Cavaliere Anziano
 
Messaggi: 1866
Iscritto il: 19 luglio 2009, 23:00
Località: ovunque ci possano essere un foglio e un lapis
Sesso: Femmina

RE: Il quarto libro

da GedwayIgnasia » 22 marzo 2010, 21:22

bellissima storia....continua!!!!!!!!
In cielo per la gloria, o morte o vittoria!!!
Into the sky, to win or die!!!

Firma oltre i limiti massimi (300 px di altezza).
http://3.bp.blogspot.com/_uyanQVmLNJ8/S ... iatano.jpg
Avatar utente
Argetlam
Argetlam
 
Messaggi: 340
Iscritto il: 15 aprile 2009, 23:00
Sesso: Maschio

Re: RE: Il quarto libro

da Champ-Finiarel » 22 marzo 2010, 23:26

elly-94 ha scritto:hei champ... lo sai che io non ho così tanto da ridire... insomma... da quanto devo postare?
comunque... sì credo fosse il nostro EE che non ha finito una fic ma non ne sono sicura... di certo frehor ci ha abbandonati!!


Bha x frehor mi dispiace (ma kiariamo sl x la seua 2° ff, perchè la I nn mi piace (chissa xkè nd Arya)) (.... nd Marty)

P.s POSTAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA
Non vedo L'ORAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA
Avatar utente
Cavaliere Spadaccino
Cavaliere Spadaccino
 
Messaggi: 568
Iscritto il: 26 giugno 2009, 23:00
Sesso: Maschio

RE: Il quarto libro

da elly-94 » 23 marzo 2010, 20:18

ma chi è marty????
comunque nemmeno a me dispiace troppo per la prima...
Immagine
Avatar utente
Cavaliere Anziano
Cavaliere Anziano
 
Messaggi: 1866
Iscritto il: 19 luglio 2009, 23:00
Località: ovunque ci possano essere un foglio e un lapis
Sesso: Femmina

RE: Il quarto libro

da Champ-Finiarel » 11 giugno 2010, 16:15

MA questa ficcy è stata continuata da qualche parte??????
Avatar utente
Cavaliere Spadaccino
Cavaliere Spadaccino
 
Messaggi: 568
Iscritto il: 26 giugno 2009, 23:00
Sesso: Maschio

RE: Il quarto libro

da elly-94 » 11 giugno 2010, 16:26

da chi???
Immagine
Avatar utente
Cavaliere Anziano
Cavaliere Anziano
 
Messaggi: 1866
Iscritto il: 19 luglio 2009, 23:00
Località: ovunque ci possano essere un foglio e un lapis
Sesso: Femmina

Re: RE: Il quarto libro

da Champ-Finiarel » 12 giugno 2010, 22:37

elly-94 ha scritto:da chi???


Da ebrithil? xD
Avatar utente
Cavaliere Spadaccino
Cavaliere Spadaccino
 
Messaggi: 568
Iscritto il: 26 giugno 2009, 23:00
Sesso: Maschio

RE: Il quarto libro

da Champ-Finiarel » 6 marzo 2011, 16:41

Questa FF è totalmente deceduta? Almeno io ogni 6-7 mesi torno ù_ù
Avatar utente
Cavaliere Spadaccino
Cavaliere Spadaccino
 
Messaggi: 568
Iscritto il: 26 giugno 2009, 23:00
Sesso: Maschio

RE: Il quarto libro

da Eragon-ebrithil » 6 marzo 2011, 20:04

é resuscitata oraaa!!!!!!! :angel: :angel: :angel: :angel: :angel: :invisibile:

stavo finendo la storia per poi postarla regolarmente, ma mi è venuta un'altra idea!!

METTIAMO IL TUTTO AI VOTI

a) aspettare un mese per averla completa (posterò un giorno si e uno no regolarmente)

b) postare normalmente quando mi capita (questa volta giuro che se scomparirò sarà dopo averla finita)

si dia il via al televoto :arms: :arms: :arms: :cool:
Eragon:pòmnuria hjarta achì vanta abr ganga un Arya Svit-kona
Avatar utente
Amico dei Draghi
Amico dei Draghi
 
Messaggi: 140
Iscritto il: 18 aprile 2009, 23:00
Località: Ellesmera
Sesso: Maschio

RE: Il quarto libro

da Champ-Finiarel » 6 marzo 2011, 20:07

Io ti stimeggio quindi ti lascio libera scelta voto c!

P.s. Quando finisce la votazione?
Avatar utente
Cavaliere Spadaccino
Cavaliere Spadaccino
 
Messaggi: 568
Iscritto il: 26 giugno 2009, 23:00
Sesso: Maschio

RE: Il quarto libro

da Eragon-ebrithil » 6 marzo 2011, 20:08

Vi lascio un oretta e poi posto comunque!!! :)
per un assaggino :cool:
Eragon:pòmnuria hjarta achì vanta abr ganga un Arya Svit-kona
Avatar utente
Amico dei Draghi
Amico dei Draghi
 
Messaggi: 140
Iscritto il: 18 aprile 2009, 23:00
Località: Ellesmera
Sesso: Maschio

RE: Il quarto libro

da Champ-Finiarel » 6 marzo 2011, 20:11

Ma che assaggino minimo, ma minimo minimo 19 capitoli <.<

Mi sa che è il caso che vada a cercare i miei vecchi file <.<
Avatar utente
Cavaliere Spadaccino
Cavaliere Spadaccino
 
Messaggi: 568
Iscritto il: 26 giugno 2009, 23:00
Sesso: Maschio

RE: Il quarto libro

da Eragon-ebrithil » 6 marzo 2011, 20:59

bene, champ!!!!!!!
volevi 19 capitoli?
eccoti qualcosa che se ne avvicina :arms:

Saphira stava volando ad ovest del lago di leona insieme ad eragon
“saphira secondo te è stata una buona idea mandare arya insieme all’esercito?”
“si, non è pericoloso, quante volte te lo devo dire? Stai tranquillo la rivedrai presto!” rispose saphira avvertendo i pensieri del cavaliere
“ah, quanto mi divertirò io quando troverai qualcuno che ti piace!” rispose eragon leggermente stizzito
“mi dispiace tesoro, ma noi draghi facciamo cosi soltanto con i cuccioli, quindi mettiti l’anima in pace”
“ultimamente non riesco più a stare in pace”
“beh, quella pausa ad ellesmera è servita no?”
“si, in parte, secondo te c’è qualche possibilità di incontrare galbatorix?”
“non, credo, penso che aspetti finché non arriveremo sotto le mura di uru’baen a bussare per farci aprire”
Sul viso di eragon si dipinse un sorriso e poi disse “bene, assicuriamoci che non ci sia nessuno ed aspettiamo l’esercito”
Drago e cavaliere passarono le restanti ore della giornata a perlustrare la zona e tracciare alcuni disegni per organizzare un’ulteriore modalità di attacco, ma si arresero, il compito spettava a jormundr,cosi decise di contattare l’esercito, nella pozzanghera di acqua si formò la figura di nasuada
“bene eragon vedo che sei arrivato ed è tutto pronto”
“voi invece vi state appostando dietro l’helgrind?”
“si, murtagh sta infervorando tutti e impartendo qualche consiglio per il primo attacco”
“potrei parargli brevemente?, è il momento giusto visto che gli uomini si sono radunati”
“va bene cercherò di fare il più presto possibile”
Alcuni minuti dopo murtagh comparì nello specchio”sempre nel momento adatto eh fratellino?” ironizzò il cavaliere dal drago rosso
“ti rubo solo qualche secondo, stavo pensando che i cittadini di dras’leona potrebbero accorgersi della mancanza dell’esercito, il du vrang gata potrebbe creare un incantesimo per fare sembrare l’esercito regolare e che attacchi normalmente come tutte le volte, anche gli elfi ti potrebbero aiutare con la loro energia, assicurati che tutti indossino gli elmi, poi crea interi battaglioni di illusioni in prima linea seguiti immediatamente dall’esercito per confondere i nemici”
“grandioso, hai avuto veramente una bellissima idea, lo riferirò immediatamente a tutti, il morale salirà alle stelle e aspettati acclamazioni urla e fischi in tuo favore quando conquisteremo la città”
“lo spero, ora devo andare”
“ahah, beccato, devi andare, si , andare a contattare arya”
Eragon arrossì leggermente “ va bene hai vinto, adesso però ti aspettano”
“a domani eragon, e non ti far distrarre dalle orecchie a punta domani”
“allora, te ne vuoi andare o no?”
“va bene va bene”
Eragon si riposò alcuni istanti prima di richiamare l’incantesimo
Vide arya nella sua tenda seduta sul suo letto rigirando fra le mani l’anello poi guardò nella direzione di eragon “ciao, vedo che sei già arrivato, è tutto pronto”
il cavaliere si ricompose “come hai fatto? Ti stavo divinando, non mi puoi vedere”
“ gli elfi mi hanno dato uno specchio”
“ah, non pensavo ne avessero altri”
“lo hanno creato appositamente per me, allora è tutto a posto?”
“si, saremo da te domani prima dello zenit”
“bene,allora a domani”
“un’ultima cosa….. no nulla, non è importante, a domani” l’elfa recise il contatto
Saphira, poco prima di chiudere gli occhi, sbuffò rumorosamente, eragon le si accoccolò vicino e il suo ultimo pensiero prima di addormentarsi fu rivolto ad arya.
Il giorno seguente eragon venne svegliato dalla sua dragonessa “allora tutto pronto?non ti sei scordato nulla?”
“no, ho anche tracciato il confine dell’accampamento, fra qualche ora saranno qui”
“saphira, metterò arya al comando del battaglione più numeroso in terza fila, io invece aiuterò il primo ad abbattere i cancelli insieme a te
“bene, è una buona idea, ma dovrai impiegare il minor tempo possibile, o tutti se ne accorgeranno”
“non c’è problema è meno robusto di quello principale”
“beh, non ci rimane che aspettare” concluse il cavaliere
Durante quelle brevi ore di attesa eragon passo molto tempo a divinare i vari battaglioni sotto il comando dei suoi amici per controllare se tutto stesse andando come previsto, si sentiva stranamente teso, per la prima volta aveva sotto la sua responsabilità la vita di moltissime persone e in quel momento capi la grande forza d’animo che i regnanti dovevano avere per riuscire a guidare il popolo,
cosi si rivolse a saphira “in questo momento non credo di riuscire a rivestire pienamente la carica di capo dei cavalieri dei draghi”
“neanche io eragon, ma col tempo e l’aiuto lo impareremo senz’altro, pensa alla situazione in cui si trovò il primo eragon, aveva soltanto stretto un amicizia con il suo drago e si ritrovò a creare un nuovo ordine che contemplava due razze differenti e che doveva guidare per un solo scopo”
“hai ragione”
“io ho sempre ragione”
“va bene va bene…..” il cavaliere alzò lo sguardo all’orizzonte e scorse la prima linea dell’esercito
“ecco che arriva…”
“no” concluse saphira al posto del cavaliere
“perché dici di no?” chiese eragon
“arriva-no, no “arriva” come hai detto tu”
“guarda che è uguale”
“no, invece no perché ti stavi riferendo ad arya come al solito”
“adesso non mi posso neanche sbagliare?”
“non negare l’evidenza”
“va bene, va bene basta adesso”
“si tranquillo non voglio vedere di quale altra tonalità può diventare il tuo viso” concluse il drago
Dopo poche ore l’esercito arrivò al punto prestabilito ed iniziò a montare un accampamento di fortuna,
i lavoratori cominciarono ad allestire per primo un piccolo padiglione sotto diretto ordine di Arya che li aiutava anche con la magia per impiegare minor tempo possibile ad aggiornare Nasuada e coordinarsi con Murtagh.
“ti serve aiuto?” chiese Eragon
“no, grazie ma abbiamo quasi finto, dovresti soltanto prendere lo specchio incantato vicino a quel carro”rispose Arya indicando un baule decorato che due uomini avevano appena posato a terra con molta cautela
Mentre si sentivano rumori di martelli, seghe e altri strumenti indispensabili per la costruzione Eragon Arya e altri due generali dell’ esercito provarono a contattare Nasuada
Immediatamente sullo specchio si materializzò l’immagine di Angela “buongiorno Eragon ti sei ricongiunto con la tua anima gemella?”
“si certo sono sempre stato vicino a lei ora però è andata a caccia e le dava fastidio la confusione” rispose prontamente Eragon visto che aveva capito che Angela non si riferiva a Saphira, diede un fugace sguardo alle sue spalle nella direzione di Arya e fu stupido di vedere che faceva finta di non aver sentito il dialogo apparendo distratta, poi riprese il discorso
“Angela, lady Nasuada può riceverci?”
“si, è arrivata in questo momento, ci vediamo a battaglia finita, atra esternì ono thelduin cavaliere” poi molto velocemente la maga lasciò il posto alla sua signora
“felice di vedervi cavalieri, avete particolari ritardi nell’allestire l’accampamento?”
“non che io sappia Lady Nasuada, saremo pronti per i tempi prestabiliti” rispose Arya
Quindi intervenne Eragon “ho riflettuto sulle modalità di attacco della città, e avrei una modifica da apportare”
“parla pure ti ascolto”
“vorrei far partire un ambasciatore per la città e chiedere la resa prima di iniziare la battaglia, se si arrenderanno buon per noi, se invece non lo faranno li avremo confusi ancor’più facendogli credere che l’esercito sia solo quello che hanno di fronte”
“ottima idea, lo riferirò subito ai restanti gruppi”
“ora dovremmo andare”
“certo, mi raccomando siate prudenti”
“a dopo, mia signora” Eragon recise il contatto e dichiarò chiusa la riunione poi chiese ad Arya
“quanto tempo abbiamo prima dell’attacco?”
“abbastanza per riposarci questa notte dovremmo essere vigilanti, quando manderò l’ambasciatore dovremo essere pronti a tutto”
“bene, dove hanno montato la mia tenda?”
“vieni ti ci porto”
sei vicino alla mia Arya lo condusse attraverso alcune tende dove alloggiavano le i varden con il grado più alto , man mano che camminavano vide formarsi un piccolo spiazzo dove avevano montato due tende più grandi del normale
“quella a sinistra è la tua, hanno già portato tutto dentro fammi sapere se manca qualcosa”
“grazie, emh… hai qualche impegno per questa sera?”
“non lo so dipende da come vanno le cose qui, perché?”
“quando ero in viaggio con mio padre ho visto un posto bellissimo sulle rive del lago di Leona magari più tardi potremmo andarlo a vedere”
Arya era improvvisamente diventata inquieta anche se non lo dava a vedere, ma Eragon la conosceva bene e ora non poteva più nascondersi dietro la sua maschera “elfica”
“forse, ti faccio sapere più tardi ho alcune cosa da fare ora” poi la principessa si girò e cominciò a camminare a passo svelto verso il gruppo dei dodici elfi
“adesso fa la preziosa eh?” disse Saphira che intanto era ritornata nelle vicinanza dell’accampamento
“guarda che non è un appuntamento,saphira è solo che non volevo visitare quel posto da solo visto che ormai ci avviciniamo al bivio finale o vita o morte”
“ma come sei profondo, che ti ha dato da bere Angela ultimamente?”
“grazie del complimento Saphira, ma è tutta farina del mio sacco”
“si, ma credo che non sia tutto merito tuo questa saggezza”
“e di chi sarebbe scusa?”
“forse lo scoprirai forse no , comunque io non te lo dico,adesso devo andare a controllare se quel posto dove vuoi andare è abbastanza sicuro per restarci un po’ di tempo”
“va bene io mi rilasserò un po’”
Eragon entrò nella sua tenda e controllò che non mancasse nulla, poi cominciò una seduta di rimgar per sciogliere i muscoli, dopo circa mezz’ora gli portarono una grande tinozza piena d’acqua calda per lavarsi ed una grande scatola con un fiore rosso ed un biglietto
“chi me lo può aver mandato?”
“non lo aprire subito” disse Saphira “aspetta che torni, lo voglio vedere con i miei occhi”
“va bene ma non farmi aspettare troppo”
Eragon si spogliò, entrò nella vasca e chiuse gli occhi ripensando a tutto quello che era successo negli ultimi mesi si soffermò soprattutto sulla morte dei suoi parenti, suo zio e suo padre, Brom, poi si ritrovò a pensare a quello che era successo tra lui ed Arya, lei lo stava considerando un amico finalmente, ma si chiese per l’ennesima volta se ci potesse essere qualcosa di più visto che ora non era più un ragazzino di campagna, dopo quest’ultimo pensiero scivolò nel dormiveglia caratteristico degli elfi.
“eragon ci sei?posso entrare?eragon ti senti bene?mi stai facendo preoccupare” disse la principessa da fuori la tenda
eragon, si svegliò di soprassalto proprio mentre Arya stava entrando nella tenda visibilmente preoccupata appena vide eragon immerso nell’acqua a mezzo busto si girò “scusa, non mi rispondevi cosi sono entrata…”
“non ti preoccupare mi ero addormentato, in questi giorni sono molto stanco, ti puoi girare comunque”
Eragon nell’frattempo si era avvolto in un asciugamano “c’era qualcosa in particolare che volevi dirmi?”
“si, ero venuta per dirti che mi sono liberata quindi possiamo andare a vedere quel posto”
“grandioso dammi qualche minuto per cambiarmi e sono da te”
“bene, allora ti aspetto fuori”
In quel momento saphira atterrò fuori dalla tenda e salutò arya poi mise la testa dentro l’entrata nella testa
“bene hai la mia autorizzazione ad aprire il pacco”
“ok, ma di chi potrebbe essere?”
“io ho già una mezza idea”
“quale sarebbe?”
“il colore del fiore è rosso, adesso leggi il biglietto però”
Eragon aprì la pergamena liberandola dal bollo di cera

Caro Eragon
Spero che ti sia utile per gli eventi importanti, e per importanti intendo non incarichi politici ma ben altro
Negli ultimi tempi che ti ho rivisto mi sei apparso piuttosto imbranato con i rapporti sociali con le ragazze
Quindi ti do solo un consiglio, sii te stesso fino in fondo, spero che ti piaccia
TUO FATELLO MURTAGH
“bene adesso apri la scatola voglio proprio vedere cosa ti ha regalato” disse saphira esaltata
Eragon sollevò il coperchio sotto il quale era nascosto un bellissimo vestito finemente decorato
Aveva leggere tonalità di blu e ricami d’oro che si abbinavano perfettamente con brisingr e con il coloredelle squame di saphira
“beh ci sa veramente fare” esordì saphhira
“concordo, forse galbatorix non gli ha insegnato tutte cose cattive”
“adesso però ti dovresti vestire, arya ti stà aspettando di fuor, ricordi?”
“giusto” il cavaliere si vestì velocemente e cominciò a sistemarsi i capelli, poi si guardò allo specchi
“che ne dici saphirà?”
“stai vermanete bene, però prima di andare vorrei fare una riflessione”
“dimmi sembra una cosa seria…”
“tu hai detto qualche ora fa che non era un appuntamento giusto?”
“si perché”
“perché ti stai comportando cme se lo fosse, mi raccomando controllati non mandare tutto in fumo”
“hai ragione sono piuttosto esaltato, anche se non so bene perché, me lo ha detto chiaro e tondo”
“le cose possono cambiare, anche se non cosi rapidamente come fanno gli umani”
“giusto..” eragon fece un bel respiro per calmarsi, uscì dalla tenda e si accorse che era calata la sera
Arya lo aspettava qualche metro più avanti seduta vicino ad una roccia, avvertendo la presenza del cavaiere dal drago blu si alzò e si girò squadrandolo molto velocemente, poi sul viso della principessa apparve una lieve smorfia quasi di imbarazzo, eragon se ne accorse e le disse immediatamente “non eramiaintenzione vestirmi a festa però volevo provarlo, me lo ha mandato mio fratello”
arya apparve sollevata “be anche il mio vestito non è prprio consono alla situazione, avrei dovuto cambiarmi”
“non c’è problema, hai avuto molto da fare con l’accampamento oggi, non mi aspettav affatto che avresti trovato anche il tempo di cambiarti” replicò prontntamente il cavaliere
Saphira battè la coda sul terreno in segno di impazienza e così i due salirono immediatamente sulla dragonessa che prese il volo.
Volarono sul lago per una buona mezz’ora poi saphira scese in uno spazio poco distante dalla riva del lago e dopo aver fatto scendere i caalieri si allontanò volando verso il centro del lago per divertirsi con l’acqua
Eragon ed arya invece attraversarono un piccolo e rigoglioso boschetto per arrivare ad una caletta nascosta dalle rocce.
Alla vista dell’acqua la principessa ammirò immediatamente l’ondeggiante riflesso della luna
“è bellissimo, non ammiravo una cosa del genere da moltissimo tempo”
“sapevo che ti sarebbe piaciuto, è molto simile al mare, e so che voi ne siete molto affascinati, vieni arriviamo fino a quella sporgenza” disse facendo segno con la mano “credo ci sia ua vsuale migliore”
I due scalarono qualche metro di roccia facilmente grazie alla loro agilità e si sederono l’uno accanto all’altra sul ciglio della picoola scogliera.
Arya si stava rigirando l’anello di Faolin tra le dita ammirando il panorama, eragon capì che stava pensando al suo amore perso recentemente e decise di non interromperla, ma non potè non notare che il suo viso non si era rabbuiato come le altre volte, adesso sembrava quasi felice.
La principessa ruppe il silenzio “mi dispiace davvero per quello che to ho fatto passare in quest’ultimo anno”
“cosa intendi?”
“stavo pensando a quando eravamo ad ellesmera ed hai aggiustato la spada per me, e io me la sono presa comunque, sono davvero stupida alcune volte”
“molte volte”
Arya non sapeva se prenderla come un offesa o no, ma sul viso di eragon apparve un sorriso
“guardache scherzavo, come siete permalosi voi elfi”
“guarda che anche voi non siete granchè”
“voi chi?io non so più come definirmi!” disse il mezzelfo mentre scoppiava a ridere
“non hai tutt i torti!”
In quel momento eragon vide che arya aveva perso la presa sull’anello che lecadde dalle mani e rotolò fino a cadere oltre la scogliera
“dalla bocca di arya usci soltanto un fievole “no””
Eragon pronunciò un incantesimo di rcerca, ma l’anello non si vedeva cosi il cavaliere si voltò con aria interrogativa verso la principessa “le molecole dell’acqua non sono libere come quelle dell’aria quindi l’anello non si muoverà da dove è adesso”, l’incantesimo non può funzionare”
“saphira tu che ne dici?”
“buttati, non ci sono scogli che affiorano e sei abbastanza basso ma non so come troverai l’anello”
“va bene” disse ad alta voce il cavaliere si slacciò la cintura, si sfilò la maglietta azzurra e si gettò dall’altura .
Toccò l’acqua in pochi secondi, non era molto fredda, ma il problema era riuscire a vedere il fondale visto che l’acqua, essendo un lago era più torbida del normale
Saphira gli suggeri di usare un altro incantesimo d richiamo che faceva illuminare l’oggetto in questione, eragon lo provò immediatamente e continuò a immergersi fintanto che il suo fiato glie lo permetteva, per alcuni minuti non vide altro che oscurità e qualche riflesso di oggetti metallici, ma non l’anello, poi provò a farsi trasportare dalla corrente che si creava in quel punto e alla fine lo vide, era incastrato tra due massi e brillava di luce propria grazie all’incantesimo, lo raccolse senza particolari difficoltà ertornò sulla riva dove arya lo aspettava, senza fiato si trascinò sulla ghiaia e si distese supino con le mani intrecciate dietro alla nuca, arya intanto stava scendendo velocemente dalla piccola scogliera e si sedette accanto a lui
“non l’hai trovato vero?”
eragon non rispose immediatamente
il viso di arya si oscurò “dopotutto è stata colpa mia dovevo saperlo che non l’avresti trovato è quasi impossibile in quellle condizioni”
eragon si tirò su nascondendo tra le mani l’anello, prese quelle di arya e ne posò l’anello sopra il palmo dicendole “con questa sono due”
arya si rimise volecemente l’anello al dito e abbracciò forte Eragon che perse l’equilibrio e ricadde di schiena seguito inesorabilemnte da arya, il viso della principessa era pericolosamente vicino a quello del cavaliere. I due rimasero cosi per alcuni istanti, il cuore di eragon batteva fortissimo e proprio mentre stava per avvicinare le sue labbra a quelle di arya, quest’ultima si ricompose e dopo alcuni momenti di enorme imbarazzo si alzò, disse in un sofffio “vado a prenderti la camicia”.
Eragon:pòmnuria hjarta achì vanta abr ganga un Arya Svit-kona
Avatar utente
Amico dei Draghi
Amico dei Draghi
 
Messaggi: 140
Iscritto il: 18 aprile 2009, 23:00
Località: Ellesmera
Sesso: Maschio

RE: Il quarto libro

da Champ-Finiarel » 6 marzo 2011, 21:19

Leggo subito.

Aggiunto dopo 18 minuti:

Non va bene avevi promesso il post dove eragon si metteva con arya ç_ç
Bello lo stesso ç_ç
Avatar utente
Cavaliere Spadaccino
Cavaliere Spadaccino
 
Messaggi: 568
Iscritto il: 26 giugno 2009, 23:00
Sesso: Maschio

RE: Il quarto libro

da angy94 » 15 marzo 2011, 17:58

bellissima questa ff!!!! Posta presto! ;)
"Sono felice di averti avuto al mio fianco Eragon" disse Arya. "Lo stesso vale per me." Lei gli rivolse un fugace, incerto sorriso..

Leggete il mio quarto libro, nella sezione dell'eredità! =)
Avatar utente
Cavaliere Spadaccino
Cavaliere Spadaccino
 
Messaggi: 530
Iscritto il: 25 gennaio 2011, 0:00
Località: in alagaesia con i miei libri, i miei sogni e le mie speranze!!!!!! =)
Sesso: Femmina

PrecedenteProssimo

 


  • Argomenti correlati
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Chi c’è in linea
Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

cron
CHIUDI
CLOSE