L'ultima di Yazuac

Moderatori: Nonno-vor, mastermax, AnnaxD, Saphira23, Arya18, SkulblakaNuanen, Wyarda, blitz, Daenerys, oromiscanneto

RE: L'ultima di Yazuac

da Saphira23 » 30 dicembre 2011, 17:28

bel post ;) che carino Murtagh , con lei si sente felice :innamorato: posta presto ;)
Immagine L’amore è sempre paziente e gentile, non è mai geloso… L’amore non è mai presuntuoso o pieno di se, non è mai scortese o egoista, non si offende e non porta rancore...
Avatar utente
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 2984
Iscritto il: 24 luglio 2008, 23:00
Località: Su Saphira insieme al mio amato nei cieli incantati di Alagaesia. Sulle ali della mia vita...
Sesso: Femmina

RE: L'ultima di Yazuac

da Lenora98 » 31 dicembre 2011, 17:12

Ero sdraiata sul mio letto ad ammirare il bianco soffitto quando Eghel piombò dentro la mia camera. Aveva il fiatone e piccole goccioline cadevano dai suoi capelli. Prima di parlare si piegò in due per riprendere fiato. Io mi ero seduta.
“Che c'è Eghel?” chiesi.
“Murtagh... Murtagh ti aspetta... ti aspetta da... da Galbatorix...” disse tra un respiro e l'altro.
“Perché?”
“No... non ne ho... idea...”
Corsi ad allacciarmi la spada al fianco. Quando fui davanti all'armadio mio balenò alla mente la mia visione:
Lama argento e lama rossa. Una contro l'altra. Allievo e maestro. Dolore e amore. Odio e rabbia. Serenità e pace. Tutto era confuso, tutto era sfocato. Tutto era oscuro.
Possibile che potesse acquistare un senso?
E se si, i tempi perché si avverasse erano maturi?
Scossi la testa come per scacciare il pensiero e raggiunsi Eghel che era impaziente sulla porta.
“Dai Ylevia, è urgente!”
“Arrivo arrivo!”
Corremmo come forsennati verso il lungo corridoio di marmo lucido. La guardie ci bloccarono.
“Fermi! Tu puoi passare” e indicò me “ invece, ragazzino, attenderai fuori!”
E così si aprirono le pesanti porte.
Il buio mi avvolse di nuovo.
“Murtagh...” chiamai “Murtagh!” la voce incrinata dal terrore.
“Lui non c'è...” rimbombò la voce possente di Galbatorix nel buio.
“Ma... mi ha mandato a chiamare...” bisbigliai.
“L'ho fatto io... a suo nome.” sghignazzò.
“Perché?”
“Perché? Perché pensi che sia cieco? La vedo l'intesa che c'è tra di voi... come vi guardate... come vi toccate... come vi capite...” la voce si perdeva in quel nero intenso.
“Allora... mio Signore... per cosa posso servirti?”
“Avvicinati...” bisbigliò.
Arrivai a tre passi dal fuoco che non bruciava.
“Entra dentro le fiamme.”
Lentamente, un passo per volta, entrai dentro alle lingue di fuoco. Mi guardavo i piedi, come per nascondermi da quel nero nulla che mi circondava.
“Alza il viso...” ubbidii riluttante.
Ci furono vari bisbigli, ma non riuscii a decifrarli.
“Bene... adesso voglio sapere... dove si trova tua madre?”
“È morta, mio Re.”
“Ah... Quando e dove?”
“È morta quando gli Urgali hanno attaccato Yazuac. Nessuno del villaggio è sopravvissuto... tranne me.”
“Come si chiamava?”
“Selena...”
Un grido di rabbia riecheggiò nelle tenebre. Una forza invisibile mi costrinse ad inginochiarmi. Non osai provare ad alzarmi. Rimasi in mezzo alle fiamme a fissare il buio più nero.
Quel grido terrificante durò per diversi minuti. Ogni minuto equivaleva a una stilettata al cuore. Ogni secondo era una gelida scheggia. Perché non finiva? Perché provavo così tanto dolore?
Poco prima che quell'urlo finisse una fitta, atrocemente dolorosa, mi colpì. Gridai e piccole lacrime iniziarono a scendere. Poi, come tutto era iniziato, improvviso e senza ragione; finì.
Le mani iniziarono a tremare.
Intorno a me si accesero una ventina di fuochi uguali a quello a cui ero dentro. Illuminarono le pareti rosse sangue. In fondo alla sala rimaneva una chiazza scura, imponente. All'improvviso apparvero degli occhi grigi che iniziarono a fissarmi.
“Ti presento Shurikan... il mio drago.” gli occhi mi guardavano intensamente, insistentemente.
Qualcosa mi si insinuò nella mente e disse:
Colei delle due persone e' qui, colei che una persona dovrà uccidere, colei che ha due fratellastri!
Solembum?
Chiesi stupefatta.
La presenza rispose:
No, sono Shurikan. Odio quello che dovrai fare... ma devi farlo! Ora ricorda bene queste parole: Non vivere per vendetta,
Non vivere per sapere,
Non vivere per amore,
Vivi per tuo volere.
Non ho altro da dirti. Ricorda questo quando verrà il giorno che dovrai decidere. Il tuo destino è intricato e doloroso... valorosa Ylevia!

La presenza si ritrasse.
Mi parve che fossero passati secondi e minuti interi. Invece tutto si era svolto con grande velocità.
Un'ombra scura si mosse nelle vicinanze di Shurikan.
“I tempi sono quasi maturi, ma non del tutto...”Galbatorix fece un lungo sospiro “ Grazie... per essere accorsa alla mia chiamata. Ti prego di essere più celere la prossima volta.”
I fuochi si spensero, tranne quello che mi circondava.
Uscii da quel buio correndo. Ero sconvolta e Eghel se ne accorse. Mi portò in camera mentre io tremavo.
Vivere d'immenso
in un giorno intenso.
Avatar utente
Apprendista Cavaliere
Apprendista Cavaliere
 
Messaggi: 365
Iscritto il: 3 giugno 2011, 23:00
Località: in un labirinto di idee, in cui fioriscono storie nate dalla mia fantasia!
Sesso: Femmina

RE: L'ultima di Yazuac

da zaffira » 31 dicembre 2011, 18:04

cosa avrà voluto dire il drago nero?continua,sono avida di sapere come continua
Immagine
Avatar utente
Apprendista Cavaliere
Apprendista Cavaliere
 
Messaggi: 383
Iscritto il: 20 giugno 2011, 23:00
Località: Alagaesia
Sesso: Femmina

RE: L'ultima di Yazuac

da Rosali » 7 gennaio 2012, 13:34

Oh scusami scusami scusami, non avrei dovuto perdermi dei post cosí belli.
Mi sono completamente dimenticata di passare a leggere la tua ff. Scusami!!!

Cavolo quanti colpi di scena mi sono persa!!!!!!!!!!!!
Prometto che la prossima volta passeró molto prima!!!
Immagine
Avatar utente
Abitante
Abitante
 
Messaggi: 21
Iscritto il: 23 ottobre 2011, 23:00
Località: Sui cieli di Alagaesia in sella al mio drago.
Sesso: Femmina

RE: L'ultima di Yazuac

da Forever98 » 8 gennaio 2012, 17:22

Scusa se sono stata assente per un bel pò,ma mi sono messa in pariii :laugh: Sei sempre più brava,niente da dire :) Postaaaaaa! :arms: :arms: :arms:
"Sai perchè la neve è bianca? Perchè non ricorda più che colore aveva un tempo..." (C.c a Leoluch)
Avatar utente
Abitante
Abitante
 
Messaggi: 7
Iscritto il: 22 giugno 2011, 23:00
Località: Britannia-Area 11
Sesso: Femmina

RE: L'ultima di Yazuac

da Lenora98 » 13 aprile 2012, 13:26

Scusatemiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii!!!!
Cavolo quanto tempo è passato da quando ho postato l'ultima volta? Troppo troppo tempo!
Scusatemi! Spero vogliate ancora leggere la mia FF; se si, ecco qui il seguito!

Come odiavo vederlo così preoccupato per me! Io che non gli dicevo nemmeno la verità! Mi sentivo la persona più spregevole al mondo mentre era lì nella mia stanza a rassicurarmi.
“Non bisogna piangere, vedrai, risolverò io qualsiasi problema!”
Io, nel mio schock, uno schock che nemmeno io sapevo a cosa era dovuto, una parte di me lottava per dirgli tutta la verità, ma il buonsenso mi ricordava che se glielo avessi detto sarebbe rimasto ferito e la nostra fiducia reciproca si sarebbe spezzata.
Eghel si era volatilizzato non appena Murtagh era entrato, forse aveva intuito il cattivo umore del mio fratellastro...
“Ylevia, dimmi cosa ti ha fatto.” chiese amorosamente, ma mi sembrò più un ordine che una richiesta.
“Nulla...” sussurrai.
“E allora perché sei in questo stato?” domandò leggermente alterato.
“Non lo so...” scoppiai in lacrime e mi gettai al suo collo. La cosa lo colse di sorpresa. Dopo due minuti buoni di pianto Murtagh mi staccò dal suo petto e dopo avermi dato un bacio sulla testa disse, serio e afflitto da pensieri per me immaginabili: “Devo andare!”
Dietro di sé lasciò solo quel bacio sui miei capelli.
Mi andai a sedere sul letto, a gambe incrociate con gli occhi chiusi, e iniziai a riflettere: come ero stata stupida!
Ero andata in panico, scoppiata in lacrime, tutto perché avevo conversato con Galbatorix? Mi ero comportata peggio di una bambina; Eghel era di gran lunga più coraggioso di me.
E pensare che avevo la stima più completa di due draghi e un gatto mannaro, e addirittura Shurikan diceva che ero valorosa. Eppure, io mi sentivo completamente inutile e debole: Murtagh non aveva avuto problemi a disarmarmi, e se avesse dovuto uccidermi non avrebbe avuto nessun intralcio da parte mia.
Però, tutte quelle profezie, e tutti quei consigli, per il mio futuro indicavano che qualcosa di speciale dovevo averlo; eppure non lo trovavo quel fatto che mi rendeva speciale, non lo trovavo e in quel momento né Saphira, né Solembum, né Castigo potevano aiutarmi. Infatti la prima era chissà dove insieme al mio fratellastro Eragon, il secondo non avevo la minima idea di dove si trovasse, e il terzo era si nel palazzo, ma di sicuro era impegnato in un'intensa discussione con il suo Cavaliere. L'unico che rimaneva era Shurikan. Anche se mi incuteva paura dovevo assolutamente parlare con lui, anche a costo di rincontrare il suo oscuro Cavaliere.
E fu così che, in modo improvviso e fulminante, l'idea di ritornare nella sala del trono di Galbatorix mi investì completamente. La decisione era ormai maturata e presa; per cui scesi con calma da letto, andai all'armadio dove presi la mia spada che allacciai al fianco. Uscii nel freddo corridoio illuminato dai sottili raggi di luna che penetravano dalle finestre e mi incamminai verso le mie risposte.
Vivere d'immenso
in un giorno intenso.
Avatar utente
Apprendista Cavaliere
Apprendista Cavaliere
 
Messaggi: 365
Iscritto il: 3 giugno 2011, 23:00
Località: in un labirinto di idee, in cui fioriscono storie nate dalla mia fantasia!
Sesso: Femmina

RE: L'ultima di Yazuac

da Rosali » 13 aprile 2012, 16:02

Evvvvvvvvvivaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!!!!!!!
Hai postato, hai postato, hai postato, hai postato, hai postato!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Non vedevo l'ora che postassi, e adesso, dopo tanto tempo (troppo tempo -_- ) hai postato!

Cavolo, bello il seguito! Mi sembra che Ylevia abbia un po' più di sale in zucca...
Continua così!!!

(Questa volta non farci aspettare troppo per il prossimo post ;) :D )
Immagine
Avatar utente
Abitante
Abitante
 
Messaggi: 21
Iscritto il: 23 ottobre 2011, 23:00
Località: Sui cieli di Alagaesia in sella al mio drago.
Sesso: Femmina

RE: L'ultima di Yazuac

da Lenora98 » 17 aprile 2012, 16:05

(Questa volta non farci aspettare troppo per il prossimo post )


No no, anzi, sto già scrivendo il prossimo pezzo! ;)
Mi dispiace di non aver postato prima, ma con tutti gli impegni di scuola mi sono persa!
Giuro, che se ce la faccio, posto oggi stesso!
Vivere d'immenso
in un giorno intenso.
Avatar utente
Apprendista Cavaliere
Apprendista Cavaliere
 
Messaggi: 365
Iscritto il: 3 giugno 2011, 23:00
Località: in un labirinto di idee, in cui fioriscono storie nate dalla mia fantasia!
Sesso: Femmina

RE: L'ultima di Yazuac

da Saphira23 » 20 aprile 2012, 16:55

da quanto tempo lenora :O
sei ritornata con un bel post !!!Posta prestissimo ;)
Immagine L’amore è sempre paziente e gentile, non è mai geloso… L’amore non è mai presuntuoso o pieno di se, non è mai scortese o egoista, non si offende e non porta rancore...
Avatar utente
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 2984
Iscritto il: 24 luglio 2008, 23:00
Località: Su Saphira insieme al mio amato nei cieli incantati di Alagaesia. Sulle ali della mia vita...
Sesso: Femmina

RE: L'ultima di Yazuac

da Lenora98 » 3 maggio 2012, 18:53

Le pesanti ante del grosso portone che conduceva alla sala del trono di Galbatorix si chiusero dietro di me. Non avvertivo (stranamente) la presenza di Shurikan. Al suo posto, dietro al trono, fuoriusciva una fioca luce verdognola da una porticina semiaperta. La curiosità più curiosa mi spinse verso la porta. Mentre mi avvicinavo, non mi chiedevo cosa potesse esserci dietro quella parete e illuminato da quella fioca luce, pensavo solo a quella grandissima curiosità che mi attirava verso quel luogo. Non so a cosa era dovuta, ma mi trascinò fino alla porticina. Quando ci fui davanti feci un grosso respiro e spinsi la porta.
Quello che vidi mi lasciò stupefatta!
Galbatorix era ricurvo su una stana pietra verde, illuminata da una piccola fiammella fluttuante di colore verde. Ma la cosa più spaventosa erano gli occhi smaniosi, bramanti e quasi arrabbiati con cui guardava quella pietra. Quella pietra che aveva delicate sfumature verdi, in modo che la superficie liscia e lucida fosse come un piccolo cespuglio verde mosso dal vento, era davvero strana! Era troppo bella per essere solo una semplice pietra verde. E poi Galbatorix era troppo interessato a quella pietra per essere solo una pietra.
Iniziai ad avvicinarmi cautamente, alle spalle di Galbatorix, in modo che non mi notasse. Dalla distanza che avevo raggiunto riuscivo a sentire i deboli sussurri del Re.
" Perchè sdegni tutti i giovani ragazzi che sono venuti per farti schiudere? Perchè?" ebbe un eccesso di rabbia e fu sul punto di prendere la spada e calarla sulla pietra, ma si trattenne.
"Possibile che la persona giusta per te sia tra le schiere di quei disillusi dei Varden? Possibile? Si, potrebbe, ma se così fosse allora resterai per sempre così, perchè non ho intenzione di avere come allievo un debole illuso della mia colpevolezza della scomparsa dei draghi e quindi dei Cavalieri. No, non ne ho intenzione!" raddrizzò la schiena e si sistemò la corona.
" Spero che non sia così, perchè Perchè..." non finì la frase e si girò di scatto. Me lo ritrovai a un palmo di naso.
" tu cosa ci fai qui?" urlò. Io sbiancai.
Vivere d'immenso
in un giorno intenso.
Avatar utente
Apprendista Cavaliere
Apprendista Cavaliere
 
Messaggi: 365
Iscritto il: 3 giugno 2011, 23:00
Località: in un labirinto di idee, in cui fioriscono storie nate dalla mia fantasia!
Sesso: Femmina

RE: L'ultima di Yazuac

da Lenora98 » 8 maggio 2012, 18:33

Da quella minima distanza potei osservarlo facilmente: il suo volto era scarno e lungo, aveva la fronte alta e il naso affilato. Gli occhi duri, con le loro iridi scure, mi squadrarono con odio. La bocca larga e sottile era scolpita in una smorfia di impazienza; la circondava una corta e folta barba nera. Rughe profonde gli solcavano la fronte e la pelle era abbronzata, ed aveva un aspetto fragile.
Vidi anche il corpo, avvolto in vestiti neri: aveva due grosse spalle robuste, invece la vita era stretta.
A completare il Re Galbatorix c'era appesa al fianco la sua spada, bianchissima, più bianca della neve appena caduta.
“Perché sei qui?” urlò infuriato. Io mi pietrificai e non tentai nemmeno di aprire bocca, perché tanto avrei solamente balbettato.
Nero di rabbia per via del mio mutismo mi diede un forte schiaffo sulla guancia destra, che iniziò a bruciare. Trattenni le lacrime a stento.
“Rispondi!” ordinò.
“Sono venuta per... ricevere consiglio da Shurikan... non pensavo che foste qui... cioè, non a quest'ora...” abbassai il capo, un grandissimo senso di paura mi spingeva a farlo.
“Riguardo a cosa, avevi bisogno di consiglio... Ylevia?” esitò a pronunciare il mio nome.
“È una frase che il vostro stesso drago mi ha detto ed io speravo in una spiegazione...”
“Dimmela!”

“Ora ricorda bene queste parole: Non vivere per vendetta,
Non vivere per sapere,
Non vivere per amore,
Vivi per tuo volere.

Queste stesse parole mi ha detto Shurikan, ed io non sono riuscite a comprenderle.”
Il Re non rispose, ma rimase pensieroso ed iniziò ad accarezzarsi la corta barba. Lentamente prese a camminare intorno al tavolo di pietra nera che sorreggeva la bellissima pietra verde. Una ventina di giri dopo si fermò a pochi passi da me e prese ad osservarmi.
“Hai mai visto un' uovo di drago?”scossi la testa.
“Ebbene... lo hai davanti hai tuoi occhi. Quello, è l'ultimo uovo di drago esistente in tutta Alagaesia, e purtroppo non si è ancora schiuso per nessuno dei giovani ragazzi a cui l'ho fatto toccare.” fece una lunga pausa e guardò alternativamente me e poi l'uovo, fece un profondo sospiro e poi sussurrò: “Vorresti toccarlo? Vuoi diventare Cavaliere? Pensa, diventeresti Cavaliere e saresti paladina di tutte le fanciulle e le donne in pericolo e difficoltà. La prima vera protettrice delle donne, mai veramente considerate...”
L'idea era molto allettante, e in breve mi conquistò. Lentamente mi avvicinai alla pietra, tesi il braccio ed accarezzai la liscia superficie del guscio. Non successe nulla.
Diedi le spalle all'uovo, e me ne stavo andando quando il Re mi prese un braccio e mi voltò. All'inizio non notai nulla, ma poi la superficie iniziò piano piano a creparsi, finché un pezzo di guscio cadde a terra. In poco tempo al posto dell'uovo c'era un piccolo e indifeso drago verde smeraldo, possente anche nella sua piccola statura.
“Accarezzalo, e finalmente sarai forte abbastanza da poter badare a te stessa!” sussurrò al mio orecchio, come un serpente tentatore, Il Re Galbatorix.
Con la mano sinistra toccai il fianco del piccolo drago verde appena uscito e un dolore intenso mi fece svenire.
Vivere d'immenso
in un giorno intenso.
Avatar utente
Apprendista Cavaliere
Apprendista Cavaliere
 
Messaggi: 365
Iscritto il: 3 giugno 2011, 23:00
Località: in un labirinto di idee, in cui fioriscono storie nate dalla mia fantasia!
Sesso: Femmina

RE: L'ultima di Yazuac

da Rosali » 8 maggio 2012, 18:43

WOW! CHE POST!!!
YLEVIA CAVALIERE?!?! W LE DONNE CAVALIERE! VAI YLEVIA FATTI VALERE!!!!!!!!!!!
:D :D ;) ;) :D :D ;) ;) :D :D ;) ;) :D :D ;) ;) :D :D ;) ;) :D :D ;) ;) :D :D
Immagine
Avatar utente
Abitante
Abitante
 
Messaggi: 21
Iscritto il: 23 ottobre 2011, 23:00
Località: Sui cieli di Alagaesia in sella al mio drago.
Sesso: Femmina

Re: RE: L'ultima di Yazuac

da Lenora98 » 11 maggio 2012, 13:46

Rosali ha scritto:WOW! CHE POST!!!
YLEVIA CAVALIERE?!?! W LE DONNE CAVALIERE! VAI YLEVIA FATTI VALERE!!!!!!!!!!!
:D :D ;) ;) :D :D ;) ;) :D :D ;) ;) :D :D ;) ;) :D :D ;) ;) :D :D ;) ;) :D :D

Vedo che ti entusiasma l'idea di Ylevia cavaliere!
Meglio, perché a me fa lo stesso effetto!!!
Vivere d'immenso
in un giorno intenso.
Avatar utente
Apprendista Cavaliere
Apprendista Cavaliere
 
Messaggi: 365
Iscritto il: 3 giugno 2011, 23:00
Località: in un labirinto di idee, in cui fioriscono storie nate dalla mia fantasia!
Sesso: Femmina

Re: RE: L'ultima di Yazuac

da Rosali » 22 maggio 2012, 17:01

Lenora98 ha scritto:
Rosali ha scritto:WOW! CHE POST!!!
YLEVIA CAVALIERE?!?! W LE DONNE CAVALIERE! VAI YLEVIA FATTI VALERE!!!!!!!!!!!
:D :D ;) ;) :D :D ;) ;) :D :D ;) ;) :D :D ;) ;) :D :D ;) ;) :D :D ;) ;) :D :D

Vedo che ti entusiasma l'idea di Ylevia cavaliere!
Meglio, perché a me fa lo stesso effetto!!!

Però mi raccomando non aspettare troppo per postare un nuovo e bellissimo post sulla coraggiosissima Ylevia!!!
Non farci aspettare troppo ok??? ;) ;) ;)
Immagine
Avatar utente
Abitante
Abitante
 
Messaggi: 21
Iscritto il: 23 ottobre 2011, 23:00
Località: Sui cieli di Alagaesia in sella al mio drago.
Sesso: Femmina

RE: L'ultima di Yazuac

da Lenora98 » 11 maggio 2014, 22:25

Da quanto tempo non entro più nel forum?
Tanto, troppo tempo. E la cosa devo dire che mi rattrista, ho abbandonato l'FF nel suo punto più bello.
Ora rientrando nel forum dopo tanto tempo ho riletto tutta la mia FF e devo dire che avevo scritto una bella storia, forse avrei cambiato qualcosa di ciò che ho scritto, ma in definitiva l'idea si era sviluppata bene.

Volevo dirvi che in questo periodo di assenza ho provato a scrivere un mio libro. Ho avuto varie idee e ho iniziato a scrivere varie trame, ma purtroppo non sono riuscita a finire nessuna storia, sono tutti dei lavori incompiuti… come questa FF.
Perciò, ripensandoci mi sono detta:" Vuoi vedere che il destino vuole che tu prima finisca di scrivere la tua prima storia prima di finire di scrivere qualsiasi altra cosa?"
E così eccomi qua.
Ho intenzione di finirla questa FF, che vogliate leggerla ancora o no.

Aggiunto dopo 38 minuti:

"Devi concentrarti!" Mi urlò Murtagh spazientito.
"Lo sto facendo, ma non ci riesco!"
Il mio fratellastro mi rimise nel palmo della mano sinistra il sassolino che dovevo sollevare con la magia.
"Smettila di lamentarti. Svolgi il compito che ti ho assegnato." Con furia si diresse verso l'uscita della biblioteca che era diventata il luogo dei miei allenamenti magici con Murtagh.
Inspirai ed espirai. Mi concentrai solo sul sassolino, sul suo essere, la sua materia, il suo colore, sulla gravità che lo schiacciava sul mio palmo. Dovevo sollevarlo. Pronunciai le parole che mi aveva insegnato Murtagh e… non successe nulla.

Non devi disperare. Vedrai che diventeremo il mio drago e il mioglior cavaliere di Alageasia.
Eamor! Sei tornato dal tuo volo con Castigo? domandai al mio drago. Ero felice di sentire nuovamente la sua presenza, in quei mesi si era formato un forte legame tra noi.
Ylevia oggi ho imparato nuove tecniche di difesa da usare in battaglia. Tu cosa hai fatto?
Mi sono fatta sgridare da Murtagh praticamente…
Ancora non ti perdona per ciò che hai fatto?
Scossi la testa. Chiusi la mente per restare concentrata, avrei passato del tempo con il mio Eamor più tardi. Ora dovevo concentrarmi sul sassolino.
Murtagh entrò di slancio dalla porta delle biblioteca. Alzai lo sguardo verso di lui. Era adirato.
"Tutto bene?" Domandai con flebile voce. Per tutta risposta il mio fratellastro mi diede un sonoro schiaffo sulla guancia.
Mi alzai di scatto dalla sedia e gettai a terra il sassolino.
"Che ti prende? Sei impazzito?"
"Io impazzito?"
"Si tu! Ero a fare il mio esercizio…"
"Non era per quello lo schiaffo."
"E per cosa?" Domandai quasi furiosa: odiavo quando faceva così! Aveva dei cambia e ti di umore troppo imprevedibili ed io non riuscivo a stargli dietro e la cosa mi irritava.
"Mi chiedi anche per cosa… "
Io rimasi fredda e impassibile, gli diedi modo di spiegare il perché del suo comportamento.
"Quando avevi intenzione di dirmi che non hai giurato fedeltà a Galbatorix nell'antica lingua?" Murtagh era frustrato e la notizia appresa lo faceva sentire ancora più in trappola.
" Galbatorix mi ha appena ordinato di convincerti in tutti i modi di acconsentire a giurare fedeltà a lui nell'antica lingua." Aveva iniziato a camminare avanti e indietro per la biblioteca.
Io mi mossi e lo placcai in modo da fermarlo.
"Murtagh… non te l'avevo detto solo perché credevo ti avrebbe fatto soffrire di più."
"Il fatto che fu non mi dica tutto mi fa sentire male…" e con questo mi ordinò di continuare con il mio sassolino e poi se ne andò di nuovo via.
Vivere d'immenso
in un giorno intenso.
Avatar utente
Apprendista Cavaliere
Apprendista Cavaliere
 
Messaggi: 365
Iscritto il: 3 giugno 2011, 23:00
Località: in un labirinto di idee, in cui fioriscono storie nate dalla mia fantasia!
Sesso: Femmina

Precedente

 


  • Argomenti correlati
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Chi c’è in linea
Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

cron
CHIUDI
CLOSE