La vita di un altro

Moderatori: Nonno-vor, mastermax, AnnaxD, Saphira23, Arya18, SkulblakaNuanen, Wyarda, blitz, Daenerys, oromiscanneto

Re: RE: La vita di un altro

da smeraldina96 » 2 agosto 2013, 16:49

DaubleGrock ha scritto:
smeraldina96 ha scritto:
DaubleGrock ha scritto:
smeraldina96 ha scritto:bellissimo post Dauble, mi piace molto la descrizione del portale, è originale vero? mi è piaciuta molto, e come di consueto il nostro Eragon sviene...... :D, continua così sei bravissima!!!


Grazie smeraldina :D sto cercando di fare le descrizioni più simili al libro quindi quando scrivo tengo tutta la saga accanto al pc :laugh:


Ne sono sicura, ma non ricordo i dettagli della descrizione del portale, quindi credo che sei stata originale, mi piace molto....

veramente anche quelli li ho presi da Inheritance "adattandoli" un pò ala storia, la descrizione dovrebbe trovarsi poco prima che Eragon incontra Galbatorix, alcune parte le ho cambiate, come invece di mettere i Ra'zac ho messo delle strane creature visto che Eragon non li consce anacora e i gatti mannari li ho descritti come grossi gatti

Davvero??? devo rileggere l' intera saga per la milionesima volta allora, ho dei vuoti di memoria.....comunque è difficile scambiare le loro vite, e tu ci stai riuscendo benissimo, ancora bravissima!!! posta presto....
Immagine[http://i43.tinypic.com/2hyj52x.jpg[/img][/url]
Avatar utente
Cavaliere Anziano
Cavaliere Anziano
 
Messaggi: 1855
Iscritto il: 13 giugno 2012, 23:00
Località: Rupe di Tel'naeir
Sesso: Femmina

RE: La vita di un altro

da Orik_XVI » 2 agosto 2013, 18:42

Davvero un meraviglioso capitolo, devo dire che è fatto molto bene. [smilie=fan_1.gif]

Sono impaziente di leggere un nuovo capitolo di questa originale FF.

Arrivederci.

P.S. Mi fa piacere di essere stato d'aiuto nel correggere quel piccolo errore. [smilie=hi.gif]
- Lily. Dopo tutto questo tempo? - Sempre. Albus Silente e Severus Piton
Sì, sono un criminale. Il mio crimine è la curiosità. Il mio crimine è quello di giudicare la gente da quello che pensa e dice, non da come appare...
Avatar utente
Cavaliere Spadaccino
Cavaliere Spadaccino
 
Messaggi: 537
Iscritto il: 18 giugno 2013, 23:00
Località: Anywhere and Nowhere
Sesso: Maschio

RE: La vita di un altro

da erica300 » 3 agosto 2013, 10:09

tra quanto metti il seguito ??!!! :P ;) :D
Avatar utente
Amico dei Draghi
Amico dei Draghi
 
Messaggi: 182
Iscritto il: 12 maggio 2013, 23:00
Località: al campo mezzosangue
Sesso: Femmina

RE: La vita di un altro

da Saphira23 » 3 agosto 2013, 12:09

Bellissima anche la seconda parte del prologo complimenti ! ;)
E così la nostra Saphira ha scelto il suo Cavaliere, chissà adesso cosa succederà....cosa farà Galbatorix !
Posta presto ! ;)
Immagine L’amore è sempre paziente e gentile, non è mai geloso… L’amore non è mai presuntuoso o pieno di se, non è mai scortese o egoista, non si offende e non porta rancore...
Avatar utente
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 2984
Iscritto il: 24 luglio 2008, 23:00
Località: Su Saphira insieme al mio amato nei cieli incantati di Alagaesia. Sulle ali della mia vita...
Sesso: Femmina

RE: La vita di un altro

da Firnenfire » 3 agosto 2013, 18:18

La seconda parte è meravigliosa.
Ho riletto velocemente la descrizione originale del portone...devo dire che l'hai adattata benissimo.
Bene, bene, Eragon ha trovato il suo drago...o meglio dragonessa ;)
Speriamo che Galbatorix sia clemente con loro :sleep:
Posta presto ;)
Immagine
Avatar utente
Cavaliere Anziano
Cavaliere Anziano
 
Messaggi: 1046
Iscritto il: 2 giugno 2012, 23:00
Località: Where the darkness rise from the deep with my dragon Nakur
Sesso: Femmina

Re: RE: La vita di un altro

da DaubleGrock » 4 agosto 2013, 22:31

Orik_XVI ha scritto:Davvero un meraviglioso capitolo, devo dire che è fatto molto bene. [smilie=fan_1.gif]

Sono impaziente di leggere un nuovo capitolo di questa originale FF.

Arrivederci.

P.S. Mi fa piacere di essere stato d'aiuto nel correggere quel piccolo errore. [smilie=hi.gif]


Grazie ^^ è sempre bello ricevere complimenti :laugh:

erica300 ha scritto:tra quanto metti il seguito ??!!! :P ;) :D


Sto finendo di scrivere il prossimo capito che dovrebbe essere, credo, l'ultima parte del prologo :D

Saphira23 ha scritto:Bellissima anche la seconda parte del prologo complimenti ! ;)
E così la nostra Saphira ha scelto il suo Cavaliere, chissà adesso cosa succederà....cosa farà Galbatorix !
Posta presto ! ;)


Non potevo mancare di mettere che era sempre Saphira la dragonessa di Eragon, quello è inevitabile :rolleyes:, se si conosce Galbatorix, credo che alcuni di voi già sapiano cosa succederà :sospettoso:

Firnenfire ha scritto:La seconda parte è meravigliosa.
Ho riletto velocemente la descrizione originale del portone...devo dire che l'hai adattata benissimo.
Bene, bene, Eragon ha trovato il suo drago...o meglio dragonessa ;)
Speriamo che Galbatorix sia clemente con loro :sleep:
Posta presto ;)


Grazie, come ho detto sto cercando di adattare tutte le descrizioni della saga originale cambiando qualcosa presto si saprà cosa farà il caro vecchio Galba :sospettoso:
Immagine
"I looked at him and I saw myself"
by Hiccup to Astrid in How To Train Your Dragon I
Avatar utente
Cavaliere Anziano
Cavaliere Anziano
 
Messaggi: 1022
Iscritto il: 18 febbraio 2013, 0:00
Località: Ovunque mi porti il vento
Sesso: Femmina

RE: La vita di un altro

da smeraldina96 » 5 agosto 2013, 8:45

cavolo non vedo l'ora!!!!
Immagine[http://i43.tinypic.com/2hyj52x.jpg[/img][/url]
Avatar utente
Cavaliere Anziano
Cavaliere Anziano
 
Messaggi: 1855
Iscritto il: 13 giugno 2012, 23:00
Località: Rupe di Tel'naeir
Sesso: Femmina

RE: La vita di un altro

da DaubleGrock » 5 agosto 2013, 20:12

Ecco un'altro capitolo o quasi capitolo. Mi dispiace ma per sapere cosa escogiterà Galba per il piccolo Eragon dovrete aspettare il prossimo capitolo :ehehe: spero comunque che vi piaccia questo ^^ quindi il prologo non è ancora finito dovrebbe mancare però solo un'altra parte, e pensare che io ne volevo fare un solo capitolo :laugh: fatemi notare se ho fatto qualche errore :bye:

Prologo 3° parte


Lentamente Eragon aprì gli occhi per richiuderli subito dopo per la forte luce proveniente dalla grossa finestra alla sua sinistra. Si trovava in un comodissimo letto a baldacchino, sotto strati di coperte calde e morbide. Con cautela riaprì gli occhi, dalla posizione del sole dedusse che fosse metà pomeriggio. Ma se aveva dormito poche ore o giorni, Eragon non lo sapeva. Cercò di mettersi a sedere, ma si fermò quando scoprì qualcosa di duro appoggiato al suo fianco destro. Girando la testa vide che si trattava della pietra del giorno prima. Velocemente studiò la stanza in cui si trovava, era piuttosto elegante: numerosi quadri abbellivano le pareti bianche, un grosso armadio di mogano si trovava vicino un’ampia scrivania con sopra una penna e una boccetta di inchiostro, in un angolo era posto un piccolo tavolino con sopra un catino di porcellana, due comodini, uno a ogni parte del letto e un’elegante sedia, prima quasi certamente posta davanti alla scrivania, ora si trovava alla sua destra, e, sopra di essa, addormentata, c’era sua madre con una coperta di lana posta sulle gambe. Chissà da quanto temo è lì, si chiese Eragon.
Con una smorfia dovuta al forte mal di testa, Eragon, si mise a sedere facendo attenzione a non far cadere l’uovo di drago. Si sistemò meglio con la schiena contro i cuscini e iniziò a studiarlo accuratamente. Poté notare nuovi particolari che arricchirono ancora di più la bellezza e l’impeccabilità dell’uovo, le linee bianche seguivano una schema ben preciso e accurato, mettendolo alla luce del sole, il colore della pietra cambiava in diverse tonalità: dal celeste fino al blu profondo. La superficie era perfettamente liscia, senza nemmeno un’impurità o un’ammaccatura. In una sola parola era perfetta in tutti i suoi aspetti.
Ma perché Galbatorix aveva lasciato l’oggetto più prezioso dell’impero a lui? Non avrà mica creduto, che lui, Eragon, un semplice ragazzo, non meno umile del più umile dei contadini, potesse divenire Cavaliere dei Draghi? Era relativamente impossibile! O forse no?
“Eragon?” la madre, che nel frattempo si era destata dal suo sonno lo guardava.
“Mamma!” Eragon posò la pietra sul letto le saltò dalle braccia.
Selena lo strinse forte a se, aveva avuto paura di non rivedere più il suo piccolo angelo “Il mio piccolo Eragon…” mormorò tra le lacrime di gioia.
“Non sono più piccolo mamma” disse Eragon sciogliendo l’abbraccio e risedendosi sul letto portando le gambe al petto e la testa sulle ginocchia
La madre lo studiò attentamente prima di parlare “Lo so, lo so.” Sussurrò
“Cosa ci farà Galbatorix?” chiese Eragon pensieroso
“Niente, non preoccuparti, andrà tutto bene, vedrai” disse la madre dolcemente.
“Sai che non è così, vero?” disse Eragon accarezzando distrattamente l’uovo.
Selena sorrise tristemente non sapendo se essere orgogliosa del suo bambino ormai cresciuto “Sei sempre stato molto intelligente, Eragon. Quanto vorrei averti dato una vita migliore anni fa”
Eragon preso alla sprovvista da quell’affermazione si avvicinò alla madre e l’abbracciò forte. Ora sapeva che sua madre aveva cercato di salvarlo.
“Avrei tanto voluto darti una vera casa” disse singhiozzando, Eragon poteva iniziare a sentire la sua camicia umida. Un moto di compassione lo spinse a dire qualcosa che sapeva essere vero.
“La mia casa è ovunque, basta che ci sei tu”

[align=center]
**************************
[/align]

I giorni si susseguirono lenti con sempre la stessa routine, tutto il tempo lo passava in quella stanza che aveva iniziato ad odiare, un’ora al giorno sua madre veniva a fargli visita accompagnata da Brutus. Colazione, pranzo e cene gli venivano portati da un’anziana cameriera di nome Tilly. Era davvero una donna amabile e premurosa, portava sempre i suoi capelli grigi screziati di bianco in una crocchia ordinata. I suoi vesti erano umili e sopra di essi non mancava mai il suo grembiule bianco. Ogni volta che veniva da lui gli portava un biscotto al cioccolato preso di nascosto dalle cucine. Si era molto affezionato a lei e la considerava un po’ come una nonna, o almeno, era la figura più vicina ad esserlo.
I giorni ben presto si trasformarono in settimane senza nessun cambiamento degno di nota. Ma quasi allo scadere della quinta settimana…
Eragon stava osservando, come quasi tutti i giorni a quell’ora, lo brulicare della città sottostante dalla finestra della sua camera quando un squittio acuto lacerò il silenzio. Si girò di scatto credendo che qualcuno fosse entrato ma non c’era nessuno. Forse è un topo, pensò, ma ci ripensò subito dopo, era troppo forte per appartenere a un topo o a un ratto e dubitava che si potessero trovare nella parte alta del castello. Si avvicinò alla scrivania sobbalzando per un altro squittio acuto. Prese l’uovo da sopra la scrivania e iniziò ad accarezzalo distrattamente mentre esaminava la stanza. Un altro squittio gli trillò nelle orecchie e gli riverberò nella dita. In quel momento si accorse che proveniva dall’uovo. Possibile che si stesse… schiudendo?
Eragon lo posò delicatamente sul letto. L’uovo dopo diversi altri squittii ne emise un ultimo più sonoro degli altri e tacque. Passarono interi minuti ed Eragon stava quasi tornando ad osservare Uru’baen quando l’uovo iniziò a dondolare furiosamente, poi iniziò a squittire e vibrare più forte di prima. Ad un tratto, sulla superficie dell’uovo comparve una crepa. Poi un’altra e un’altra ancora. Affascinato, Eragon si chinò per osservarlo più da vicino. In cima dove s’incontrava la ragnatela di fessure, un piccolo frammento sussultò, come se fosse in equilibrio, si sollevò, e poi cadde sul letto. Dopo alcune serie di squittii dal foro sbucò una piccola testa color zaffiro, seguita da un corpo lungo e flessuoso insieme a un paio di large ali. In poco tempo, il drago, sgusciò del tutto fuori dall’uovo.
Passarono alcuni minuti, poi il drago iniziò a leccare la membrana dell’uovo dalle sue piccole e tenere ali. Nel frattempo Eragon lo fissò con più attenzione. Era lungo appena quanto il suo avambraccio, eppure aveva già un’aria nobile e dignitosa, le ali erano parecchie volte più lunghe del corpo, listate di sottili nervature d’osso che si estendevano dal bordo davanti, formando una serie di artigli distanziati. La testa del drago era triangolare; dalla mascella superiore spuntavano due piccole e bianche zanne affilate. Anche le unghie erano bianche come lucido avorio e ricurve. Lungo la spina dorsale della creatura, dalla base della testa fino alla coda, correva una cresta di punte acuminate. Dove le spalle si univano al collo, le punte erano più distanziate che altrove: lì lasciavano uno spazio vuoto. I suoi occhi erano azzurro ghiacciò e profondi come l’oceano.
Dopo aver leccato tutta la membra iniziò a muoversi traballante verso di lui inciampando ogni qual volta nelle sue ali. Eragon trovò talmente divertente quella vista che non poté far altro che ridere. Il drago si immobilizzò di colpo, i suoi occhi si fecero lucidi e assunse un’espressione indignata. Eragon lo guardò stupito.
Doveva anche capitarmi un drago orgoglioso
“Mi dispiace, non dovevo ridere di te” disse. Il drago si girò dall’altro lato e lo ignorò.
Eragon sospirò “Grande e possente drago potrete mai perdonarmi” disse in tono adulatorio.
Il drago si rigirò verso di lui e riiniziò ad avvicinarsi cercando di non inciampare nelle sue grandi ali. Mentre osservava la piccola creatura, ad Eragon, gli sfuggì un sorriso di tenerezza. Tese la mano destra e tocco la fronte del drago. Un lampo di gelida energia gli trafisse la mano e gli percorse il braccio, bruciandogli le vene come fuoco liquido. Cadde all'indietro, lanciando un urlo. Un clangore metallico gli risuonò nelle orecchie, e sentì un muto grido di rabbia. Ogni parte del suo corpo bruciava di dolore. Provò a muoversi, ma non ci riuscì. Dopo quelle che gli parvero ore, il calore gli tornò formicolando nelle membra. Scosso da un tremito incontrollabile, si mise in ginocchio davanti al letto. Aveva la mano intorpidita, le dita paralizzate. Preoccupato, si guardò il palmo della mano: La pelle gli prudeva e bruciava come se fosse stato morso da un ragno. Il cuore gli batteva all'impazzata, al centro del palmo si stava formando un lucido ovale bianco.
Sapeva perfettamente cos’era, il Gedwéy ignasia, il palmo luccicante, il simbolo dei Cavalieri dei Draghi. Era un Cavaliere.
Ultima modifica di DaubleGrock il 2 settembre 2013, 19:51, modificato 1 volta in totale.
Immagine
"I looked at him and I saw myself"
by Hiccup to Astrid in How To Train Your Dragon I
Avatar utente
Cavaliere Anziano
Cavaliere Anziano
 
Messaggi: 1022
Iscritto il: 18 febbraio 2013, 0:00
Località: Ovunque mi porti il vento
Sesso: Femmina

RE: La vita di un altro

da smeraldina96 » 6 agosto 2013, 8:23

Wow Eragon è diventato Cavaliere!!! che bello, e chissà Murtagh come se la sta passando..... :)
Immagine[http://i43.tinypic.com/2hyj52x.jpg[/img][/url]
Avatar utente
Cavaliere Anziano
Cavaliere Anziano
 
Messaggi: 1855
Iscritto il: 13 giugno 2012, 23:00
Località: Rupe di Tel'naeir
Sesso: Femmina

RE: La vita di un altro

da Saphira23 » 6 agosto 2013, 11:03

Bellissimo post! ^^ Mi piace molto il rapporto che Eragon ha con la madre! Saphira è uscita fuori dall'uovo, wow! ^^
La descrizione di quel momento l'hai ripresa dal libro, vero ? ;) :innamorato:
E' molto bello come stai gestendo la situazione ;) .....chissà Murtagh cosa sta facendo con.....con Roran? O.O Roran è con lui ?
Un bacio, Posta presto ;)
Immagine L’amore è sempre paziente e gentile, non è mai geloso… L’amore non è mai presuntuoso o pieno di se, non è mai scortese o egoista, non si offende e non porta rancore...
Avatar utente
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 2984
Iscritto il: 24 luglio 2008, 23:00
Località: Su Saphira insieme al mio amato nei cieli incantati di Alagaesia. Sulle ali della mia vita...
Sesso: Femmina

Re: RE: La vita di un altro

da smeraldina96 » 6 agosto 2013, 11:11

Saphira23 ha scritto:Bellissimo post! ^^ Mi piace molto il rapporto che Eragon ha con la madre! Saphira è uscita fuori dall'uovo, wow! ^^
La descrizione di quel momento l'hai ripresa dal libro, vero ? ;) :innamorato:
E' molto bello come stai gestendo la situazione ;) .....chissà Murtagh cosa sta facendo con.....con Roran? o.o Roran è con lui ?
Un bacio, Posta presto ;)

già chissà!!!! :D
Immagine[http://i43.tinypic.com/2hyj52x.jpg[/img][/url]
Avatar utente
Cavaliere Anziano
Cavaliere Anziano
 
Messaggi: 1855
Iscritto il: 13 giugno 2012, 23:00
Località: Rupe di Tel'naeir
Sesso: Femmina

RE: La vita di un altro

da DaubleGrock » 6 agosto 2013, 19:06

smeraldina96 ha scritto:Wow Eragon è diventato Cavaliere!!! che bello, e chissà Murtagh come se la sta passando..... :)


Credo che Murtagh in questo momento si stia godendo la sua gioventù con suo cugino :laugh: non sa cosa gli aspetta :sospettoso:

Saphira23 ha scritto:Bellissimo post! ^^ Mi piace molto il rapporto che Eragon ha con la madre! Saphira è uscita fuori dall'uovo, wow! ^^
La descrizione di quel momento l'hai ripresa dal libro, vero ? ;) :innamorato:
E' molto bello come stai gestendo la situazione ;) .....chissà Murtagh cosa sta facendo con.....con Roran? o.o Roran è con lui ?
Un bacio, Posta presto ;)


Grazie. Sto cercando di dare un rapporto molto forte tra Eragon e sua madre. Si la descrizione l'ho presa dal libro e adattata alla storia Murtagh e Roran molto probabilmente stanno arando in campi in questo momento o cose del genere. Ora inizio a scrivere il prossimo capitolo :D
Immagine
"I looked at him and I saw myself"
by Hiccup to Astrid in How To Train Your Dragon I
Avatar utente
Cavaliere Anziano
Cavaliere Anziano
 
Messaggi: 1022
Iscritto il: 18 febbraio 2013, 0:00
Località: Ovunque mi porti il vento
Sesso: Femmina

RE: La vita di un altro

da smeraldina96 » 6 agosto 2013, 19:21

che bello, Murtagh con Garrow, e magari viene anche soccorso da Brom, wow!!!!!! posta presto Dauble, non vedo l' ora è davvero avvincente questa ff!!!
Immagine[http://i43.tinypic.com/2hyj52x.jpg[/img][/url]
Avatar utente
Cavaliere Anziano
Cavaliere Anziano
 
Messaggi: 1855
Iscritto il: 13 giugno 2012, 23:00
Località: Rupe di Tel'naeir
Sesso: Femmina

RE: La vita di un altro

da Saphira00 » 11 agosto 2013, 13:23

Yeah!!!!! Bel capitolo finalmente Saphira è nata!!!!!! Wow WOW!wow
Continua a postare!
Baci
La spada è vittoriosa per poco, ma lo spirito per sempre...
Avatar utente
Cavaliere Mago
Cavaliere Mago
 
Messaggi: 941
Iscritto il: 27 marzo 2013, 0:00
Località: Alagaesia
Sesso: Femmina

RE: La vita di un altro

da oromiscanneto » 29 agosto 2013, 15:59

Mi ero ripromesso da tempo di leggere questa fan fiction, solo che avevo altri arretrati... Intanto scrivi molto bene, puoi migliorare come chiunque ma mi sembri molto matura. Per andare sempre meglio l'unica cosa da fare è esercitarsi :) se vuoi, su qualche errore, entriamo nel dettaglio ma con tre post già scritti ora non è il momento.
Che scrivi bene l'ho notato dalla OS, andiamo al sodo: complimenti per l'idea, perché una What If del genere è dagli esiti tutt'altro che scontati! Sono convinto che potrai metterci tanto di tuo, anzi che lo stai già facendo, per mostrarci se secondo te sulle nostre azioni influisca maggiormente il carattere o l'ambiente che ci circonda. In altre parole, a ruoli invertiti il risultato sarebbe stato lo stesso oppure le personalità di Eragon e Murtagh avrebbero cambiato qualcosa? Lo vedremo!
Per ora ho visto che descrivi moltissimo, mi piace molto come hai affrontato la descrizione di Galbatorix :laugh: mentre forse lungo le miglia di corridoi di Uru'Baen ci hai dato un po' troppo dentro... Ma sono scelte...
Scrivi tanto, e buon lavoro!
http://www.eragonitalia.it/postt16311.html
"Chi si piega come una canna trionfa!"
Oromis del Casato di Thrandurin
Immagine
"Los Que Sueñan Son Felices Hasta El Fin"
Avatar utente
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 2070
Iscritto il: 28 dicembre 2011, 0:00
Località: Luthìvira
Sesso: Maschio

PrecedenteProssimo

 


  • Argomenti correlati
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Chi c’è in linea
Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

cron
CHIUDI
CLOSE