pensieri...

Moderatori: Nonno-vor, mastermax, AnnaxD, Saphira23, Arya18, SkulblakaNuanen, Wyarda, blitz, Daenerys, oromiscanneto

Re: pensieri...

da dragonelcuore » 7 marzo 2014, 14:00

theBard ha scritto:
dragonelcuore ha scritto:grazie elysa :)

E ORA

L'hai voluto,
ci hai pensato,
l'hai compiuto,
l'hai avuto.
E ora?
Ora che sei libera?
Ora che ti guardi intorno e non vedi nulla se non l'infinito?
Ora che ti basta un passo per cadere?
Ora che il minimo soffio di vento può farti volare?
E ora?


molto bella ed enigmatica questa poesia :) mi piacerebbe tanto sapere qual è il siginficato...



ehm.... parla di me direi .... del fatto che dopo tanto magari si riesce finalmente a farsi valere, a imporsi ... e poi però non sai che fartene di quella libertà, perchè non ci sei abituato... Questo era quello a cui pensavo mentre la scrivevo:P forse riferendomi anche al fatto che sto per chiudere un capitolo della mia vita finendo le superiori e che un pò l'essere finalmente libera da cose e persone mi spaventa, anche se mi piace .... Fine della spiegazione :D
Avatar utente
Apprendista Cavaliere
Apprendista Cavaliere
 
Messaggi: 457
Iscritto il: 8 febbraio 2012, 0:00
Sesso: Femmina

Re: pensieri...

da theBard » 12 marzo 2014, 20:47

ora capisco il motivo per cui hai concluso con una serie di domande; è normale che giunti a questo punto della vita ci si senta un po sperduti e non si sappia cosa fare... la scuola impone una routine quotidiana e quando questa non c'è più bisogna far più attenzione alle scelte che si fanno :)
ancora complimenti i tuoi pensieri! ;)
"I bei libri si distinguono perché sono più veri di quanto sarebbero se fossero storie vere". Ernest Hemingway

http://poesiedellaverita.altervista.org/
Avatar utente
Abitante
Abitante
 
Messaggi: 24
Iscritto il: 25 febbraio 2014, 0:00
Località: Terra dei Draghi
Sesso: Maschio

Riflessione

da dragonelcuore » 5 maggio 2015, 20:39

Non avrei mai pensato che gli esseri umani potessero ridursi in un tale stato. Quando lo leggi in un libro, lo senti in un film, non pensi al fatto che possa essere effettivamente vero… “Erano una razza ormai corrotta, impura, dilaniata dalle discordie interne e dalle sofferenze auto inflitte.”
Poi vieni il giorno in cui apri gli occhi. Ti accorgi che è tutto vero, che peggio di così non potrebbe andare e che quelle che ti sembravano solo frasi da film trite e ritrite contengono più verità di un libro di medicina. Prima l’Apocalisse sembrava quasi una favola, inventata da un qualche profeta invasato per mettere un po’ di strizza alla razza umana. Ora invece ti viene da ridere e da piangere assieme , per quanto vera e inevitabile sembra essere. E ti ritrovi a chiederti: come siamo arrivati a questo punto? come abbiamo fatto a diventare così? è possibile ridursi in uno stato tale da potersi a malapena considerare “umani”, secondo la comune definizione di questo termine?
Odio, rancore, gelosia, insoddisfazione, disperazione, avidità, indifferenza…Umanità, ti riconosci ancora in quello specchio? Non ti sei ancora spaventata per ciò che vedi?
Avatar utente
Apprendista Cavaliere
Apprendista Cavaliere
 
Messaggi: 457
Iscritto il: 8 febbraio 2012, 0:00
Sesso: Femmina

Precedente

 


  • Argomenti correlati
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Chi c’è in linea
Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron
CHIUDI
CLOSE