Poesie di Kalokagathia

Moderatori: Nonno-vor, mastermax, AnnaxD, Saphira23, Arya18, SkulblakaNuanen, Wyarda, blitz, Daenerys, oromiscanneto

RE: Poesie di Kalokagathia

da Kalokagathia » 29 marzo 2014, 8:36

callistor_des ha scritto:Ottima la descrizione che hai fatto di una semplice lacrima, con dei versi sei riuscito a rendere un'immagine delicata e fuggevole come i ricordi stessi. Mi è piaciuta davvero molto :) :)


:)

Aggiunto dopo 1 minuti:

Ascoltatemi

Ascoltate queste suppliche
Fiorire da una bocca
Stanca di parlare al vuoto;
Non posso più parlare alle pareti
Che sazie di parole
Urlano contro di me.
Poiché la rabbia di una vita
Gridata a piena voce
In attimo di sfogo
E' gettata in pasto ad orecchie assenti
La cui sordità mi ferisce
Più di lame acuminate.
Avatar utente
Abitante
Abitante
 
Messaggi: 38
Iscritto il: 16 giugno 2013, 23:00

RE: Poesie di Kalokagathia

da Kalokagathia » 3 aprile 2014, 23:21

Le Menzogne della Notte

Ti dirò, cara vecchia amica insonne
che tu sei menzogna.
Ti dirò del tuo cupo velo con cui ammanti
città, uomini e bestie.
Ti dirò del mondo che sotto cotanto velo muta
e si mutante freme d'una passione
celata dietro la tua cupa protezione.
Sei menzogna d'ogni tempo
distesa sul mondo pacato che
rassicurato dalla tua livrea bruna
se ne sta, adagiato ed inerme
a contemplar giornate di fatica.
Tu sei menzogna poiché distorci il creato
mutandone i confini.
Tu, che tingi il capo cinerino di giovani fanciulle
rendendolo corvino.
Tu spegni l'ardente sguardo di cielo
dei giovani a cui appartieni.
Tu, che tutti vuoi fratelli nell'aspetto e tutti vuoi inermi
e prostrati d'innanzi la tua atavica presenza.
Arrivi puntuale a giacer con il creato
e te ne stai li, silente
ad osservare con sguardo cieco
il tuo frutto di menzogna.
Avatar utente
Abitante
Abitante
 
Messaggi: 38
Iscritto il: 16 giugno 2013, 23:00

Re: Poesie di Kalokagathia

da theBard » 4 aprile 2014, 20:40

Poesia molto forte, mi piace molto ;) anche se avevo un'idea diversa della notte... praticamente il contrario di quello che hai detto :D Vabbe, sono punti di vista
"I bei libri si distinguono perché sono più veri di quanto sarebbero se fossero storie vere". Ernest Hemingway

http://poesiedellaverita.altervista.org/
Avatar utente
Abitante
Abitante
 
Messaggi: 24
Iscritto il: 25 febbraio 2014, 0:00
Località: Terra dei Draghi
Sesso: Maschio

RE: Poesie di Kalokagathia

da callistor_des » 6 aprile 2014, 16:09

Wow...hai postato due poesie ed entrambe fanno la loro figura, però se devo dare una mia opinione personale la seconda è quella che dal punto di vista stilistico risulta migliore, ma anche per la maniera con cui hai trattato la notte come ha notato the bard è qualcosa che non si vede tutti i giorni. Tuttavia ciò non toglie nulla alla prima che ha sempre il suo impatto :) :)
Anima inquieta
erri alla fine di un sogno
fra boschi di salici piangenti in terre senza sole
la neve si tinge di pennellate di aurora
il ghiaccio preme sul sospiro struggente.
Avatar utente
Apprendista Cavaliere
Apprendista Cavaliere
 
Messaggi: 424
Iscritto il: 21 febbraio 2011, 0:00
Località: sotto la stella del destino con una mano tra la carta e l'inchiostro
Sesso: Femmina

Re: Poesie di Kalokagathia

da Kalokagathia » 8 aprile 2014, 19:06

grazie ad entrambi per i commenti e la lettura :) la notte affascina da sempre l'uomo ed è normale avere interpretazioni differenti anche a seconda dello stato d'animo
Avatar utente
Abitante
Abitante
 
Messaggi: 38
Iscritto il: 16 giugno 2013, 23:00

RE: Poesie di Kalokagathia

da Kalokagathia » 19 aprile 2014, 21:39

Perdonami se...

Perdonami se...
Ti fisso mentre parli
Appesantendoti col mio sguardo

Perdonami se...
Sorrido mentre parli
Immerso nel mare dei tuoi occhi

Perdonami se...
Ti osservo senza palesarmi
Lasciandoti svanire nel cuore della notte

Perdonami se...
Se ti lascio fuggire
Inseguita dal vagar della tua ombra.

Perdonami se...
Non ho quel coraggio d'ombra
Che ti sta accanto e ti segue nella notte.

Perdonami se...
Ti lascio assorbire dall'oscurità
E nulla faccio per recuperarti
E nulla faccio per trattenerti.

Perdonami...
Avatar utente
Abitante
Abitante
 
Messaggi: 38
Iscritto il: 16 giugno 2013, 23:00

RE: Poesie di Kalokagathia

da Kalokagathia » 22 aprile 2014, 10:27

Due Poesie

[align=center]Vivono all'unisono[/align]



sommerse

[align=center]in moti ondosi[/align]



s'infrangono

[align=center]contro gli argini della coscienza
[/align]


esacerbata dall'istinto

[align=center]di rivalsa, di passione, d'emozione[/align]



Vivono

[align=center]e sussurrano all'orecchio della coscienza[/align]



Col cuore che scalpita

[align=center]tuffandosi fuori dal seno
[/align]


mordendo la vita.




NB: L'idea di questo esperimento è di creare un'unione fra 2 poesie formandone una unica o di scomporne una in 2 distinte a voi leggerle come meglio preferite :)[align=left][/align][align=left][/align][align=left][/align][align=left][/align][align=left][/align]
Avatar utente
Abitante
Abitante
 
Messaggi: 38
Iscritto il: 16 giugno 2013, 23:00

RE: Poesie di Kalokagathia

da callistor_des » 26 aprile 2014, 13:38

Allora per il commentare comincio dalla prima. E' sicuramente molto scorrevole ed è bellissima l'dea di associare alla figura amata quella di un'ombra che si fa assorbire dall'oscurità della notte senza poter essere afferrata e sembra quasi che all'altra persona manchino le forze o forse in fondo non desidera salvarla e per questo chiede il suo perdono. Non so mi sembrano valide entrambe le interpretazioni, perché le tue poesie specialmente negli ultimi versi creano questa duplicità di significati.
La seconda invece l'ho trovata veramente ingegnosa, quella di scomporla è una trovata che esalta ancora di più il tema ovvero le due poesie che fanno da soggetto e sfondo e compararle al mare è un'altra immagine davvero bella. Sicuramente ha un valore stilistico leggermente più alto rispetto alla prima, ma mi sono piaciute entrambe, non saprei scegliere tra le due :)
Anima inquieta
erri alla fine di un sogno
fra boschi di salici piangenti in terre senza sole
la neve si tinge di pennellate di aurora
il ghiaccio preme sul sospiro struggente.
Avatar utente
Apprendista Cavaliere
Apprendista Cavaliere
 
Messaggi: 424
Iscritto il: 21 febbraio 2011, 0:00
Località: sotto la stella del destino con una mano tra la carta e l'inchiostro
Sesso: Femmina

discussione

da Kalokagathia » 11 maggio 2014, 7:43

Nel parco degli Dei

Adagiato contro le porte della notte
osservo tramonti a me ignoti.
Tanto simili e tanto diversi
da quelli a me cari.
Bevo alla fonte dell'oscurità
sporcandomi il palato
di un gusto dolce
Tingendo le mie labbra
di un blu profondo
sotto un cielo di Luna
nel parco degli Dei.
Avatar utente
Abitante
Abitante
 
Messaggi: 38
Iscritto il: 16 giugno 2013, 23:00

Re: Poesie di Kalokagathia

da theBard » 16 maggio 2014, 21:24

mi piace molto "Nel Parco degli Dei" ;) mi chiedevo se il parco simboleggiasse qualcosa...
"I bei libri si distinguono perché sono più veri di quanto sarebbero se fossero storie vere". Ernest Hemingway

http://poesiedellaverita.altervista.org/
Avatar utente
Abitante
Abitante
 
Messaggi: 24
Iscritto il: 25 febbraio 2014, 0:00
Località: Terra dei Draghi
Sesso: Maschio

Re: Poesie di Kalokagathia

da Kalokagathia » 18 maggio 2014, 16:45

theBard ha scritto:mi piace molto "Nel Parco degli Dei" ;) mi chiedevo se il parco simboleggiasse qualcosa...


Il "parco degli dei" è un luogo interiore in cui i sentimenti contrastanti si uniscono e miscelano, ognuno ha il proprio parco il mio è il tramonto dove la stanchezza si rifugia nell'ultimo baluginio del sole e decine di sensazioni si uniscono guardando il giorno e la notte che si incrociano.
Avatar utente
Abitante
Abitante
 
Messaggi: 38
Iscritto il: 16 giugno 2013, 23:00

Re: Poesie di Kalokagathia

da theBard » 19 maggio 2014, 13:34

Kalokagathia ha scritto:
theBard ha scritto:mi piace molto "Nel Parco degli Dei" ;) mi chiedevo se il parco simboleggiasse qualcosa...


Il "parco degli dei" è un luogo interiore in cui i sentimenti contrastanti si uniscono e miscelano, ognuno ha il proprio parco il mio è il tramonto dove la stanchezza si rifugia nell'ultimo baluginio del sole e decine di sensazioni si uniscono guardando il giorno e la notte che si incrociano.


Ah ora capisco e con la tua spiegazione la poesia mi piace ancora di più, perchè mi fai interrogare su quale sia il mio parco degli dei...
"I bei libri si distinguono perché sono più veri di quanto sarebbero se fossero storie vere". Ernest Hemingway

http://poesiedellaverita.altervista.org/
Avatar utente
Abitante
Abitante
 
Messaggi: 24
Iscritto il: 25 febbraio 2014, 0:00
Località: Terra dei Draghi
Sesso: Maschio

RE: Poesie di Kalokagathia

da callistor_des » 19 maggio 2014, 15:36

E' una poesia profonda e molto significativa. Sono d'accordo sul fatto che il tramonto sia uno dei momenti in cui l'ispirazione emerge con forza, per via dell'attimo di transizione, dell'atmosfera sospesa che precede la notte, come se tutto per poco si bloccasse. Mi è anche piaciuta l'idea di chiamare questo luogo come il parco degli dei. Sottolineo anche la scorrevolezza del componimento complimenti :)
Anima inquieta
erri alla fine di un sogno
fra boschi di salici piangenti in terre senza sole
la neve si tinge di pennellate di aurora
il ghiaccio preme sul sospiro struggente.
Avatar utente
Apprendista Cavaliere
Apprendista Cavaliere
 
Messaggi: 424
Iscritto il: 21 febbraio 2011, 0:00
Località: sotto la stella del destino con una mano tra la carta e l'inchiostro
Sesso: Femmina

Precedente

 


  • Argomenti correlati
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio
Chi c’è in linea
Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

cron
CHIUDI
CLOSE